Rispondi a: Parlare alle persone disinteressate degli alieni – Idee e proposte

Home Forum EXTRA TERRA Parlare alle persone disinteressate degli alieni – Idee e proposte Rispondi a: Parlare alle persone disinteressate degli alieni – Idee e proposte

#30377

sephir
Partecipante

Texeira, ho controllato per scrupolo ed è proprio giuliana conforto. meno male :hehe:
ok ti rispondo

Sono in parte d'accordo. Ma la forma mentis accademica è necessaria quantomeno per adottare nella valutazione quel rigore e quella ridondanza necessari a pervenire a conclusioni attendibili.
Beninteso parlo di conclusioni attendibili, non di verità o certezze assolute; anche con il massimo rigore non si è al riparo da abbagli clamorosi, ma almeno se ne riduce al minimo la possibilità, che è la base minima su cui fare affidamento per una ricerca seria.

Ok, ci siamo. IN fondo siamo d'accordo, semplicemente io direi che più che di forma mentis accademica, che anzi mi preoccupa come termine, direi più che il metodo di vagliare le fonti e ricercarne riscontri, magari sperimentando quando si può o rifacendosi a chi di esperimenti ne ha fatti (in antropologia pensa che qualcuno parla di esperire l'esperimento!), va assunto per se, qualsiasi sia la forma mentis e a prescindere anche dal titolo accademico, dietro cui ti dico non per forza si nasconde una reale comprensione dei fenomeni… e questo appunto si tenta di fare anche su ag, gli autori citati o chi ricerca sono per lo meno persone che nel campo hanno anni di esperienza e studi che a mio parere possono approfondirsi anche al di fuori dall'ambito accademico…

Infatti io sono possibilista. E mi guardo bene dal considerarmi il depositario della Verità. Ma, questo me lo concedo, applico il massimo rigore possibile nelle mie valutazioni, e ciò mi porta a scartare almeno il 99% di tutta la spazzatura che circola in argomento.

Ok, quindi ti muove all'aspra critica non la presunzione di avere la verità in mano, ma la paura che qualcuno possa pensare di averla troppo facilmente in mano, tramite piccole briciole magari lanciate apposta per chi vuole caderci. Ma senza provocazione, il tuo massimo rigore possibile, dettato immagino da una formazione universitaria, sei sicuro che porti a quell'1% di valido? che sia realmente forgiato per distinguere e darti la certezza su quel 99%?
io sono più cauto in questi casi, e penso magari che con attenzione riesco un a distinguere una baggianata ma non tutte, e che a volte una baggianata per i miei standard odierni può in realtà contenere una possibilità in futuro… per questa cautela e solo per questo ti dico di non essere eccessivo nel giudicare con asprezza, e non certo di non dire la tua!

Texeira pensi che tutto quel che è stato detto dai testimoni del disclosure project, non proprio personaggi di strada, siano una massa di idiozie inventate per polli da spennare su internet?

Assolutamente no. Penso però che potrebbero aver frainteso la natura di ciò che hanno visto. Dico potrebbero, non faccio affermazioni.

UNa risposta che mi ha reso contento perchè mi pare di vedere in te la voglia almeno di rispondere senza attaccare. Sintetico però!
Si potrebbero aver frainteso, vero. Ma quando tante persone di un certo grado nei corpi militari, nei servizi nasa, e in altri campi scientifici, arrivano a dire cose simili, coincidenti, affini insomma…. o siamo di fronte ad una delle più colossali trovate (anche su questo potremmo avere dubbi…io sono il re del dubbio!) oppure quel qualcosa che hanno frainteso
sarebbe importante quantomeno andare a capire cosa diamine è!
credo sia questa impellente necessità che guidi le persone in buona fede (non conto chi si diverte alle spalle degli altri, di cui credo tu ti preoccupi) in questi progetti, e quelli che su ag e altri validi siti seguono la materia scottante.
Comunque non facendo affermazioni, capisco che anche tu hai i tuoi dubbi su tutto questo, e che interesserebbe anche a te capire di più senza cadere nel giudizio facile nè negativo nè positivo, ma qualcosa da capire e di grosso c'è! no?

Non mi sono mai documentato in proposito, ma a livello preliminare, le teorie della Conforto, fisica teorica, (gabriella mi pare, non giuliana) non possono essere ammucchiate con quelle di Haramein, che non possiede titoli accademici e quindi la formazione necessaria per condurre studi rigorosi. Sulla concretezza degli studi non posso pronunciarmi, ma interessandomi anche alla meccanica quantistica, non sono prevenuto riguardo a conclusioni “visionarie

ok, ma non capisco questo fatto che dici su heremein… principalmente ti ripeto che non sono d'accordo sull'etichetta necessaria per addurre teorie scientifiche… ovvero, paradossalmente è un caso difficile da sbrigare… esistono iper dottori sulla carta con deficit palesi scientifici etc e che potrebbero essere pubblicati e creare gran confusione, magari in buona fede… esistono forse pochi ma esistono diligenti studiosi che non appartengono magari esattamente ai blasonati di turno ma che riescono a trarre dal loro cervello vivace grandi cose da tanto studio….
poi sono curioso anche io di capire quel che dici sul non essere un fisico di heremein. NOn ha titoli accadimiici? che studi ha fatto? fuori e dentro l'università, che laboratori ha utilizzato come parla di ciò che parla e perchè ne parla come fosse un fisico?
un non fisico riesce ad inventare di sana pianta teorie sulla materia tale non parere un bel romanzo articolato molto bello?

No, voglio solo sottolineare con quanta facile disinvoltura ci si tuffa in argomento, divulgando e contribuendo a divulgare informazioni sbagliate.

sono d'accordo ed è un ottimo fine. da parte mia ti ho già scritto che secondo me non è bello se però usi toni troppo pesanti… a livello umano, senza precludersi di dire nettamente cosa si pensa, con molta decisione! Soprattutto è facile però cadere in quello che poi altrettanto facilmente viene definito “accusare di creduloneria”… se esageri la tua non diventa più un'aiuto a qualcuno ma un istigazione all'opposizione… nessuno deve salvare nessuno. La tua opinione è importante ma è rispettabile come quella degli altri, pur per te ingenua o troppo facile… a chi tu sembri regido potresti sembrare altrettanto ingenuo.
Comunque, ci siamo capiti.

La scienza arriverà un giorno a spiegare anche gli aspetti della spiritualità; la meccanica quantistica è di fatto la scienza dello spirito. A maggior ragione chiedo rigore sulla valutazione degli aspetti “materiali

Ok, quindi crederesti a questi concetti non tanto come possibilità in quanto detti da, che ne so, uno yogi, ma come possibilità in quanto passibile di verifica futura da parte degli strumenti della scienza… una volta che questi arriveranno a dirti “ecco come avviene!”, sarai certo!
Sai che questa è una difesa? dalle paure profonde dell'uomo…
ciò che è inspiegato, per lo meno nei termini che si è deciso essere quelli “normativi” e normali (per noi si è deciso che si chiama scienza…termine oltremodo vasto e troppo generico), sprofonda l'uomo nell'angoscia… infatti la tua distonzione tra materia e spirito scusami mi fa capire che il parametro che utilizzi è differente da molti con cui parli qui!
perciò c'è scontro! e non è colpa di nessuno!

La fisica quantistica spiegata da uno scienziato è probante o forse meno, della fisica materiale spiegata yogananda per esempio, o da altri agenti spirituali in questo mondo…
sono sicuro però di condividere ocn te una paura profonda… quella di trovare un finto maestro spirituale che possa circuirmi con profonde parole e danneggiare la mia vita… è successo e succederà sempre, ciò non toglie che la conoscienza spirituale supportata da una forza interiore necessaria, può comprendere in presa diretta quel che tu vuoi venga spiegato dai fisici…
per Ag e che qui scrive, la coincidenza fra le teorie delle cosiddette scienze forti (ma quanto dorti) e quelle spirituali è una cosa stupenda! la differenza è che tu aspetti che arrivi uno scienziato in cattedra e dopo milioni di esperimenti a suo dire necessari (e sufficienti!) possa senza essere contraddetto dal suo compare invidioso (sai bene anche quanto prestigio eogistico e quanti soldi e quanta compartimentalizzazione portano le nostre accademie – la loro parte in vista e non massonica credo ormai- ad andare su vie non sempre sicure) affermare “ecco questo è vero e funziona così!”… alcuni altri dicono ” ah, bene, finalmente ci sono arrivati!”.. i più sicuri… i meno sicuri diranno ” Ah! allora si conferma! bene! interessante!”…

si confermano cose che l'uomo in fondo già aveva scritto o detto. qualcuno fra noi crede in queste pre-visioni dall'apparenza meno scientifica di quella richiesta…non giudicarli in questo senso!
Per quanto riguarda i video stupidi o finti e le notizie bomba fantasiose, qui si discute sempre quale possano essere e quali no, per appunto scartarle con l'aiuto di tutti…magari anche tuo!
ed è vero che su internet gira certa roba! non passiamo poi essere esenti da cascare in qualche tranello! concediamocelo, prendendo un tuo termine che mi è piaciuto!

In realtà il mio era solo un esempio per distinguere tra i diversi livelli di valutazione (fede studiata vs fede bigotta), ma in ambito religioso non c'è nulla che considero attendibile o degno di interesse. Ho già espresso sopra cosa penso a proposito della spiritualità.

Sorry, ok, non cancello la risposta precedente, ma il tuo concetto di spiritualità chiaramente è troppo differente. non dev'essere di certo un problema, se non lo si vuole far diventare (forse è ineluttabile che lo diventi!).
Fede studiata texeira non è una fede… nè è l'opposto della fede bigotta!
L'opposto è il sentimento libero da costrizioni dogmatiche che faccia sentire più omeno la certezza (ecco qui la fede…questa strana certezza, pur sofferente di cocenti dubbi…paradossi credo esistenti fpiò o meno latenti finchè non si arriva a qualcosa di grande…) di non essere solo carne e ossa e neuroni in contatto continuo!

siamo anche questo ovviamente e necessariamente! comunque tanto più mi confermi che è un problema di campo e che quindi dovresti moderare i toni (e te lo dico non in maniera minacciosa anche se difficilmente mi crederai!) per via di una differenza che nessuno può giudicare.
Se la fede studiata è per te migliore come fede, sappi che esiste un problema universitario per cui fior fior di teologi “molto preparatissimi” :hehe: hanno una fede cieca nel dio che insegnano essere quel che è e non è agli allievi, con però la differenza rispetto ad una vecchietta di paese che si conoscono numerosi pensieri riguardo a cosa si presuma sia questo dio, a cosa fa e non fa e al perchè l'uomo l'ha inziato a credere e a tanti altri dilemmi filosofici…

ma questa persona crede in dio come quella vecchietta! in modo meno bigotto? ai nostri occhi paradossalmente si, ma il risultato non è identico? lo stesso dio… la nonnino lo immagina ancora con la barba… il dottore chissà…dipende dalle influenze degli studi!

Così credo valga per gli et e il resto (a cui tu credi…ma ritieni non in mod bigotto… ma ai bigotti di oggi se un giorno conosceremo un'altra razza cosa dirai ” avete visto! esistono ma
mica come dicevate voi, che pendevate da internet e fonti inconsistenti)…
mi sono sempre detto da ragazzino “ma come fa la gente a riuscire a credere più in dio, che nella possibilità di vita nell'universo… un concetto così astratto e “assurdo” fantastico, rispetto ad un'ipotesi così materiale!”

vabbè divago e ci ho messo ore a rispondere… non sono fatto i per i forum, spero non starete tutti litigando ora che lo invio! mi dispiacerebbe anche perchè è inutile!