Rispondi a: Inganno e religione

Home Forum L’AGORÀ Inganno e religione Rispondi a: Inganno e religione

#305026

Omega
Partecipante

@wind said:
Reincarnazione, bimbo ricorda chi lo uccise nella sua vita passata

La Re-incarnazione, sarebbe la Clonazione umana, o Resurrezione (cristiana e islamica) anche se la Memoria biologica viene cancellata selettivamente, niente mistero per me.. Nessuno impedisce ad un creatore siderale più o meno “potente” di Clonare un Essere della Terra morto in giovane età per donargli un’altra possibilità o un’esistenza più lunga su questo pianeta, o altrove, ma non è una regola, gli altri vivono una sola Vita chiamata Continuum. Ricordare non è una prova ma solo un indizio e possibilità (causa interferenze elettromagnetiche).

Il problema principale con le religioni è che non possono essere mischiate – ma ognuna deve restare integra così come l’hanno progettata altrimenti non è più efficace. Se io mi trovo a Raffadali, e voglio visitare Corleone, devo andare verso Nord. Se invece mi trovo a Palermo, per raggiungere Corleone devo andare verso Sud! Non posso mica prendere una strada qualsiasi o cambiarla a mio piacimento. Se il navigatore satellitare dovesse confondere il punto di arrivo non riuscirebbe mai a portarmi alla destinazione. Il divieto di rivolgersi ad altri dèi non è un capriccio del creatore locale di turno, deriva dalla necessità di prendere una strada ben precisa (ad esempio Palermo-Corleone) quindi seguirla dal suo inizio alla sua fine senza deviare né a destra, né a sinistra, per fermarsi soltanto quando ho realmente messo piede sul suolo della città di destinazione. Se a metà viaggio cambio improvvisamente le coordinate o se dovessi sovrapporre un’altra mappa sopra quella della Sicilia, come potrei sperare di vedere Corleone? Sarei soltanto un illuso. Coloro che hanno scelto di aderire ad una delle vecchie religioni tradizionali – e parlo della maggioranza – secondo me prendono troppo poco sul serio la loro missione, visto che guardano da tutte le parti tranne in alto. Logicamente ogni Dio gli darà indicazioni completamente differenti l’una dall’altra, non perché cattivo o demòne o truffatore ma perché assegnato ad una altro popolo con esigenze coscienziali diverse, coordinate diverse, psicologia e linguaggio diversi, modi di dire diversi, tutto diverso. Non è colpa degli dèi o chi per loro, se gli uomini sono talmente indisciplinati da prendere una strada per poi lasciarla poi prendere un’altra strada per poi lasciarla e così via all’infinito senza finire nessuna. Troppi scioperi nel regno “spirituale”..