Rispondi a: Nuovo Ordine Mondiale: la nuova schiavitu delle masse

Home Forum L’AGORA Nuovo Ordine Mondiale: la nuova schiavitu delle masse Rispondi a: Nuovo Ordine Mondiale: la nuova schiavitu delle masse

#305425

Omega
Partecipante

@orsoinpiedi said:
Dopo quello che è stato esposto, ci sono ancora dubbi che si stia andando verso una schiavitu’ imposta da un oligarchia spietata, che per raggiungere i propri scopi scatena guerre e crea crisi finanziarie in cui la gente muore letteralmente di fame?
Eppure nessuno fa niente!

Esiste però anche una lettura del “NWO” semplice, non complottista, e senza la necessità di coinvolgere arconti, o forze esterne di appoggio, che pur ci sono. Se tu fossi un capitalista criminale privo di empatia e insaziabile, sempre più dipendente dal profitto e disperato seppur già ricco, che cosa faresti esattamente davanti alla richiesta dei tuoi servi (popolo bue) di avere giustizia? Avresti pagato i politici per cambiare le leggi in tuo favore in modo da impedire, vietare ogni protesta. Se dovessero continuare a lamentarsi avresti aumentato la pressione fiscale e comunque ogni genere di oppressione soprattutto psicologica. Se tra i sudditi ci fossero molti intellettuali, avresti convogliato tutte le loro energie nella lotta inutile contro i nemici inesistenti che tu avresti inventato, per l’occasione. Se invece tra i sudditi ci fossero i violenti, avresti usato la televisione per ipnotizzarli quindi renderli inoffensivi. Se i politici dovessero denunciarti avresti pagato i giudici per assolverti ed entreresti tu stesso in politica per fare quello che non volevano fare loro. Se dovessi essere in minoranza, avresti pagato i tuoi nuovi colleghi per avere la maggioranza. Se qualche organizzazione internazionale che si occupa dei diritti dovesse accorgersi di te e criticarti allora avresti infiltrato quindi indottrinato un po’ tutti, dalle ONG alle istituzioni religiose, per ottenere un certo peso nelle decisioni ed una (finta) reputazione. Se l’opinione pubblica dovesse opporsi seriamente alle tue attività criminali, tu gli avresti cambiato il nome e creeresti club privati dove discutere segretamente con altri criminali della tua sopravvivenza “politica” e sulla spartizione della Terra tra di voi per tentare di mantenere il potere in eterno. A quel punto nessuno nell’universo – tranne il creatore – potrebbe fermarti saresti un nuovo “dio” delle masse che difficilmente la gente comune avrebbe mai più osato contraddire. Saresti amato e odiato, e qui bisogna sfatare un mito. Saresti “amato” da tutti coloro che seppur sfruttati invidiano la tua posizione; da coloro che sono pronti a compiere un qualunque crimine per diventare come te – e se fino ad ora non l’hanno fatto ovviamente non è perché sono giusti ma perché hanno paura del rischio, della galera e della morte. Possiamo chiamarli codardi, ipocriti, incoerenti, certo sembrano santarelli all’esterno belli a vedersi come sepolcri imbiancati ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Poi ci sono quelli che ti avrebbero odiato perché non desiderano le tue ricchezze ma un’esistenza tranquilla e modesta, senza pretese ma non hanno nemmeno quella. Coloro che ti amano logicamente non possono muovere un dito, perché in fondo sono dalla tua parte, essi sono favorevoli allo status quo sperando nella ruota che gira e che li renda ricchi come te, mentre quelli che ti odiano sarebbero completamente impotenti in quanto schiavi della mente convenzionale che li fa vivere nell’illusione, depressiogena e deleteria, di un “essere-non-essere”, il dubbio perpetuo. La soluzione al problema, a questo grande Enigma per me sarebbe: 1.) impedire ai criminali di entrare in politica, vedi il Paradismo e la Geniocrazia; 2.) insegnare alla popolazione la Meditazione Sensuale o una qualunque Via di autorealizzazione “spirituale” individuale perché solo un Essere umano realmente felice non cerca il potere, non vota i criminali o incapaci, non corrompe e risulta incorruttibile.