Rispondi a: Jordan Maxwell

Home Forum TEOLOGIA Jordan Maxwell Rispondi a: Jordan Maxwell

#305875
Wind
Wind
Partecipante

Essere atei ed andare controcorrente rispetto ai luoghi comuni ed alla morale inculcataci fin dalla prima infanzia, quando non potevamo che accettarla passivamente, in cambio di regali e feste quando ci sottoponevano a “rituali” ci ha condotto ad una conoscenza dogmatica ed insipida di noi stessi, non trovo significhi affatto aver a che fare con le lobbit e poteri occulti mondani, poi ognuno è libero di credersi felice in questo mondo così come è conciato, a me non piace e spero che muti al più presto in molti dei suoi aspetti, perchè non se ne può più di sentire al telegiornale quotidianamente gente suicida che ammazza prima i propri figli e poi si toglie la vita, guerre e bambini del terzo e quarto mondo che continuano a morire di stenti, eppure questo pianeta pullula di religioni tra le più svariate, dovremo essere tutti già santificati da anni ed anni?

Mi pare che la deresponsabilizzazione propria di tali credenze abbia già fatto abbastanza danni alla psiche umana: il solo pensarmi una creatura impotente con istinti maligni che mi sono dati dalla nascita come “dono” da parte di un dio che crea esseri imperfetti per mortificarli ogni minuto secondo, per poi massacrarli di tanto in tanto quando gli girano e sceglierne solo alcuni nel suo paradiso a numero chiuso…. già per’altro predestinati da lui medesimo? E dove sarebbe il mio Libero Arbitrio se sono stato creato incompleto, peccaminoso anche nel mio corpo che mi riveste, nei miei pensieri intimi e nelle mie azioni sconsiderate da eterno Peter Pan?
Abbiamo scambiato forse l’auenticità di essere bambini, la trasparenza in ciò che sente un infante ed esterna senza paura di non essere accettato dagli altri suoi simili e coetanei, con il restare eternamente mentecatti di cervello perfino nella età della maturità, tanto da avere ancora bisogno di un padre-padrone sublimato che ci premia e ci punisce?

Si diventa anche grandi qualche volta, nevvero? E si comprende che è anche nostra Responsabilità se il mondo stà finendo malissimo non solo dei poteri occulti: se resto indifferente al mio prossimo ovvero un altro me medesimo, che ha perso il proprio lavoro e che disperato non trova una legge che gli difenda la sua casa acquistata con anni di duro e onesto lavoro e non gli garantisce pasti quotidiani decenti, acqua pulita da poter bere, indumenti caldi da poter indossare per lui ed i suoi figli, anzi approfitto che i suoi beni vadano all’asta per toglierglieli per pochi centesimi, allora significa che quell’uomo un giorno potrei essere anche io, e non troverò nessuno al medesimo modo che tuteli il mio esistere: questa non è Libertà Sovrana dell’Essere umano ma egoismo fatto uomo.


  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 2 mesi fa da Wind Wind.