Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORA io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#306083

orsoinpiedi
Partecipante

@camillo said:
In fisica tutto parte dalle forze.
Nel sociale è lo stesso.
Le forze che spingono l’uomo sono di vario tipo ma alcune hanno più importanza di altre.
Per me in primo luogo sono le forze interiori,
l’istinto di sopravvivenza
il sesso
le credenze (che danno il senso della vita e della morte)
L’egocentrismo è una costante comune, ogni uomo deve cercare di superarlo in qualche misura.
C’è chi crede che il denaro sia il riassunto di tutto, io non sono tra questi.
Vedere tutto come comandato e pilotata dall’alto da chi ha denaro implica il pensare che gli uomini sono solo vittime o carnefici. Per me NON è così, ogni uomo ha il suo grado di libertà, questo ha un suo raggio d’azione che a volte sembra piccolo a volte sembra grande, Il libero arbitrio esiste ed è proporzionale al grado di evoluzione.

Io non penso in termini di Cattivi ricchi e buoni poveri, io penso in termini di equilibrio tra libertà giustizia efficienza.

Scusami camillo,ma qui si sta ragionando sulla situazione del mondo attuale,e poco vale il pensiero personale,anche se valido e rispettabile come il tuo.
Oggi nel mondo c’è un solo dio:il denaro!E su questo non credo che ci sia molto da discutere.

@camillo said:

……Se leggi Iarga capirai la struttura portante di un sistema a civiltà stabile.
Io conosco poveri inefficienti e intolleranti e ricchi efficienti tolleranti ed altruisti. So del Bilderberg ma molte cose sono fumo negli occhi se non fantasie di molti per giustificare la loro incapacità di vivere la vita come sfida.
Il sentirsi vittime predestinate non è nel mio carattere;
questa realtà non è univoca, essa si conforma all’intimo sentire di ognuno di noi, entriamo in scene e storie a seconda del nostro intimo.

Non tieni conto della manipolazioine mentale.
Per te è fumo,per me molto,molto di piu.Se analizzi i fatti,a 360°,nella storia a partire dagli anni venti,ti accorgerai che tutto si collega perfettamente.
Non serve a niente sapere che esiste un gruppo che chiamiamo Bilderberg,serve conoscere tutta la storia ed i fatti che sono successi e che succedono.
Io ti ho dato una piccola panoramica,il resto spetta a te.

Ti cito: …I palestinesi a te tanto cari….

Ho mai detto questo?Ho mai espresso un sentimento di simpatia per i Palestinesi?
Perchè mi attribuisci pensieri che non ho mai espresso,ne che condivido?
Stai navigando sulla superficie,e non vuoi vedere le grandi profondità che sono sotto la tua barca.
Hai parlato del Bilderberg,ed hai asserito che molte cose sono fumo negli occhi.
Mi vuoi spiegare quali?