Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#307437

orsoinpiedi
Partecipante

@camillo said:
Bhe il discorso ci sta, ma se cominciamo con le analisi storiche e relative colpe non è più finita. Il punto è che le civiltà più scolarizzate ed evolute dominano quelle meno scolarizzati ma magari più ecologicamente evolute come nel caso dei pellirossa.

Credo che questo non sia il gioco del nascondino col “liberi tutti”.
Se la nostra “civiltà”non è in grado di riconoscere le proprie colpe,è una “civiltà”senza futuro.
E’ chiaro che non possiamo accogliere tutti,ma è altrettanto chiaro che dobbiamo intervenire(non militarmente),direttamente in quei paesi,con investimenti mirati,E SENZA INTERESSI(come minimo).
Come puoi constatare ho messo la parola civiltà tra virgolette,in quanto non considero la nostra occidentale come una vera e propria civiltà.Siamo solo barbari tecnologicamnte avanzati.
Tu hai accenato ai nativi americani,e hai fatto bene.Molto avremmo da imparare da quei meravigliosi popoli.

CRAZY HORSE

Noi comprendiamo ciò che dici
Una terra, una madre
Non vendiamo la terra
Sulla quale cammina il popolo
Noi siamo questa terra
Come possiamo vendere nostra madre
Come possiamo vendere le stelle
Come vendere l’aria

Crazy Horse
Noi comprendiamo ciò che dici
( c’è ) Troppa gente
che non cede il terreno
Ma si sbagliano da soli
Il viso del predatore, possedeva una razza
Il possesso è una guerra senza fine
I bambini di dio si nutriscono con i bambini della terra
Ai nostri giorni, la gente non si occupano degli altri
Questi tempi sono i più duri
I frutti della cultura del profitto
Non è altro che un ornamento su una catena che si risalda
E fanno specchiare l’oro ( per il quale ) le persone perdono la ragione

Crazy horse
Noi comprendiamo ciò che dici
Una terra, una madre
Non vendiamo la terra
Sulla quale cammina il popolo
Noi siamo questa terra

Il nostro presente si nutre del passato
I fumi del sogno accarezzano le nuvole
Il giorno dove la morte non è la morte
Il tempo reale è un’illusione, le ombre mentiscono
Una visione in rosso e bianco non può
che portare la decisione

i predatori vogliono civilizzarci
Ma le tribù non lo lasciano fare
la luce dei nostri anziani viene dal di là
Diamo al nostro cuore una canzone che viene dal nostro cuore
Che vivono i giorni selvaggi, i giorni di gloria

Crazy Horse
Noi comprendiamo ciò che dici
Una terra, una madre
Non vendiamo la terra
Sulla quale cammina il popolo
Noi siamo la terra
Come possiamo vendere nostra madre
Come possiamo vendere le stelle
Come vendere l’aria

Crazy Horse
Noi comprendiamo ciò che dici
Crazy Horse
Noi comprendiamo ciò che dici
Noi siamo la settima generazione
Noi siamo la settima generazione.
…….
Riusciremo a capire?