Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#307526

sephir
Partecipante

Scusate se rispondo solo ora ma non ho avuto un momento libero.

Come sempre qui su AG ci troviamo sugli stessi binari, ma giustamente con diverse angolazioni da cui osservare/ipotizzare.

Sul discorso dell’ essere mangiati e mangiare carne “altrui”, orsoinpiedi, penso che giustamente i popoli indiani riconoscendo la sacralità della vita trovarono il modo per riscattare ritualmente il sacrificio cruento, che come dici, non è mai stato dettato da avidità. Questo non toglie il fatto che vi siano tappe evolutive (a prescindere dalla cronologia che vogliamo scegliere per definire la spirale evolutiva) in cui il bisogno di carne scema e viene a mancare di necessità.

Inoltre in una società aberrata (per ora) come questa (altra cosa nell’ipotetica jarga, dove la situazione sociale pare “perfetta”) sembra una grande impresa bloccare l’abuso di sfruttamento animale senza passare per un’opposizione radicale.
Non voglio dilungarmi sul “perché è giusto o è sbagliato” ma credo, similmente a ciò che dice rebel rispetto all’evolversi, che si dovrà scegliere: è più aberrante, rispetto alla nostra “natura” rinunciare alla carne o uccidere (anzi far uccidere e con qualsiasi metodo, anche il più futuristico) animali per il nostro sostentamento?

Camillo, appena posso leggerò il tuo testo! Grazie! Magnifiche esperienze le tue! Le vite precedenti poi sono un capitolo davvero affascinante!

Eh si! Spesso il proprio equilibrio non corrisponde totalmente agli ideali a cui si vorrebbe aderire! Anche io mi sono reso conto che finchè vivo in un certo modo alterato (cioè finchè non uso come dovrei la volontà per cambiare ciò che mi appesantisce e devia) non posso fare il vegano continuamente, ma più spesso il vegetariano! Ed è comunque complesso se, al contrario della tua ottima scelta, non hai il tuo piccolo orto a darti la sicurezza su ciò che mangi.

Su jarga, mi sa che ognuno leggendo si farà la sua idea, forse ha ragione rebel e, se esistono sul serio e non sono manipolazione (mentre lavoravo ho sentito una puntata sugli alieni di focus tv oggi, con un rimpasto sensazionalistico di ufologia, complottismo e allarmismo da presa per i fondelli! Con tanto di esclamazioni : “Dopo la pubblicità vi faremo scoprire i piani segreti di…”), avranno il loro livello in cui ancora non si è superata quell’esigenza così crudele (e non mi piace quel loro metodo inquietante)

Continuo a pensare che mangiare carne sia un’aberrazione culturale/ereditaria (I piani Divini lasciano una percentuale di libero arbitrio e credo questo sia stato uno dei modi più estremi e/o insani di utilizzarlo per sopravvivere, al di là che un’anima sappia e accetti tutto questo in precedenza) e che, con tutti i tempi e le difficoltà previste, prima ne usciremo, meglio sarà…soprattutto per i poveri animali torturati.

Un abbraccio