Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#307563
camillo
camillo
Partecipante

Si! Caro rebel per i grandi cambiamenti occorre attendere,
Per i piccoli cambiamenti occorre invece analizzare il punto debole della situazione attuale.
Rispetto ai tre valori LIBERTA’ GIUSTIZIA EFFICIENZA, in questo momento storico dell’Italia il punto debole è l’efficienza.

Occorre ASSOLUTAMENTE arrivare a:
– un sistema di valutazione di EFFICIENZA concreto, reale, attendibile, giusto il più possibile, la maggior parte dello sforzo deve essere messa lì.
– le retribuzioni devono essere proporzionali all’efficienza, ma con un tetto massimo di 5 cioè lo stipendio massimo di un super_efficiente NON può superare 5 volte lo stipendio minimo.
Tutte le retribuzioni che superano questi livelli vanno intese NON come diritti acquisiti, MA come FURTI LEGALIZZATI CON STRATAGEMMI ANTICOSTITUZIONALI.
– Le pensioni poi devono avere una soglia massima più bassa diciamo 3 volte il minimo. In compenso ci saranno agevolazioni maggiori per i pensionati.(ci sono già)
tutti coloro che desiderano Governare la cosa pubblica, devono dimostrare di ACCONTENTARSI di stipendi minime di non godere di alcun privilegio.

Queste semplici leggi porterebbero ad un buon cambiamento, ma per il momento la parte finanziaria la voterebbero solo i “5 stelle” Gli altri ci marciano sui privilegi.

Scendendo sul pratico oggi la legge “buona scuola” è stata approvata al senato, tutto sommato non sarebbe male SE… la valutazione degli insegnanti fosse fatta col sistema che ho descritto in precedenza e che ho pubblicato qui:
http://www.didatticacomputer.it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=20
Purtroppo Renzi crede nelle valutazioni “ad personam” lì sbaglia così tanto da rendere vani in gran parte i suoi sforzi di migliorare l’insegnamento.
E allora? E’ meglio la riforma o no?
A mio parere questa riforma saà utile se il Preside (direttore Didattico… pfui…) è bravo capace e se in qualche modo utilizza i metodi di valutazione da me segnalati.
Se il Preside è un “Nepotista” la riforma avrà introdotto un peggioramento per le sfortunate scuole che se lo subiscono. Doveva almeno introdurre un controllo sui presidi, meglio se elettivi.
Chi fosse interessato ai vari punti della riforma:
http://www.panorama.it/news/politica/riforma-scuola-10-punti-principali/#gallery-0=slide-2


  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 5 mesi fa da camillo camillo.
  • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 5 mesi fa da camillo camillo.