Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#307751

orsoinpiedi
Partecipante

Vogliamo parlare di Hitler?La situazione,nei suoi fondamenti, non è dissimile da qualla di oggi.Ti sei mai chiesto come Hitler,in pochi anni abbia portato una germania (repubblica di Weimar) affamata a nazione potentemente armata e superpotenza economica?
Capitali Americani.Hitler visto come baluardo al comunismo(ti ricorda nulla,Al Quaeda e i Russi?).
Tra gli ammiratori di Hitler c’erano Joseph Kennedy (il padre del futuro presidente americano),allora ambasciatore americano a Londra,i cui contatti col dittatore tedesco e i suoi collaboratori erano assai frequanti.
Per inciso,da notare come la famiglia Kennedy si arricchì enormemente durante la seconda guerra mondiale.Ma guarda un po!
George Bush,bisnonno dell’ex presidente americano,finanziava direttamente l’industria tedesca.
Funzionari della General Motors,importante produttori di armi,avevano contatti col regime nazista.
Ma il vero motore dell’irresistibile ascesa militare della Germania fu un’azienda tedesco-americana: la IG-Farben.

Nel 1925,Hermann Schmitz e importanti finanzieri di Wall street,organizzarono una fusione di 6 grandi aziende chimiche tedesche (Bayer,Agfa,Weiler-ter-Meer,Badische Anilin, Griesheim-Elektron e Hoechst) dando vita al colosso industriale della IG-Farben,che aveva attività sia in Germania che negli USA,con importanti soci finanziatori americani.
E’ proprio la IG-Farben il vero motore dell’economia tedesca e il suo riarmo(il gruppo IG_Farben costruiva anche armi).
Vuoi sapere chi erano i direttori della IG-Farben negli USA?

– Edsel B.Ford, della Ford Motor Company;
– H.A Met, direttore della Bank of Manhattan;
– C.E. Mitchell, direttore della Federal reserve bank of N.Y e della National City Bank;
– Walter Teagle, direttore della Standard Oil of New Jersey (poi Exxon) e della Federal reserve bank on N.Y;
– Paul M. Warburg; direttore della Federal reserve bank of N.Y e della bank of Manhattan;
– W.E Weiss, direttore della Sterling products.

Come puoi vedere l’elite della finanza e dell’industria americana,la Ford, la Standard Oil,la Bank of Manhattan,la Federal reserve of N.Y, sedeva nel consiglio di amministrazione dell’azienda che aveva sostenuto,e non poco, Hitler prima e durante la guerra.
Conclusione,gli oltre 50.000.000 milioni di morti della guerra,le immani distruzioni,sono servite a questi signori per arricchirsi ancor di piu(per non parlare dei guadagni sulla ricostruzione dell’EUROPA.
Morale:non esistono motivi di difesa della democrazia,o difesa delle religioni,o ciò che tu vuoi.Questi sono solo discorsi per il popolino.
SEGUI I SOLDI E SAPRAI LA VERITA’