Rispondi a: Nuovo Ordine Mondiale: la nuova schiavitu delle masse

Home Forum L’AGORÀ Nuovo Ordine Mondiale: la nuova schiavitu delle masse Rispondi a: Nuovo Ordine Mondiale: la nuova schiavitu delle masse

#308506

Omega
Partecipante

Franco, se l’uomo ama il creatore e il prossimo solo perché l’ha comandato Gesù Cristo, allora il suo amore è finto e si comporta da schiavo. Se Gesù Cristo avesse comandato di odiare i fratelli, forse tu avresti odiato? Con questi metodi dittatoriali chiunque potrebbe ingannarti e pretendere da te una qualunque cosa, oppure costringerti ad accettare e credere in cose che non ci sono e a dimenticare le cose che invece esistono, e che sono importanti come ad esempio la coscienza. In effetti, il mondo insegna la discriminazione nei confronti di altre culture, altre filosofie, altre religioni e nei confronti degli omosessuali, lo ha sempre fatto e tu puntualmente gli vai dietro senza verificare le notizie. Ovunque mi giro tutti (ipocritamente) cercano di allontanare i “diversi” – alcuni li odiano, torturano e uccidono coerentemente con quanto credono, mentre il vero Gesù ti dona la libertà di Essere quello che sei, e di non giudicare, perché la “verità vi farà liberi” (Giovanni 8:32) e “tutto è puro per i puri” (Tito 1:15). Quando e se l’ipotetico anticristo verrà, parlerà in nome di Gesù Cristo e – con o senza microchip tu obbedirai, perché non potrai discernere tra l’originale e il surrogato che avrà la stessa apparenza dell’originale. E la prova di quello che sto dicendo è che se oggi un sedicente “pastore” “cristiano” predica favole per te non fa nessuna differenza, vanno bene lo stesso dato che lo fa in nome di Gesù Cristo. Ma il significato delle Scritture è nascosto e non si svela all’uomo stolto immerso nei preconcetti e pregiudizi il quale regolarmente segue le dottrine obsolete preconfezionate decontestualizzate esattamente come previsto e voluto dal sistema, se non in minima parte. E’ vero che se si è cristiani bisogna mettere l’Amore verso il creatore al primo posto della nostra vita e subito dopo l’amore verso il prossimo, ma Gesù parlava dell’amore incondizionato, quello veritiero, profondo e sincero, non dell’obbligo e della costrizione mentale-psicologica basati sulla paura delle minacce o possibili conseguenze della ribellione. Amore è una scelta della coscienza (“spirito”) che siamo, quindi non può essere forzato e pianificato; o c’è o non c’è, quando sei cosciente è presente, quando non sei cosciente è completamente assente – e quello che resta è solo illusione dei falsi credenti. Gesù inoltre ha spiegato che il nostro prossimo sono tutti gli uomini della Terra e non soltanto quei pochi che ti fanno comodo e che appoggiano le nostre credenze. Se in un uomo, amore non c’è perché manca la coscienza, a questo punto è inutile studiare la Bibbia perché non la comprenderà mai anzi così facendo diventerà un terrorista fanatico cristiano.. E se nei presunti cristiani la coscienza non manca allora “perché non giudicate da voi stessi ciò che è giusto?” (Luca 12:51). Non lo fanno, non possono farlo perché la «lettera uccide, ma lo Spirito vivifica» (2Corinzi 3:6). Si dicono contrari al Vecchio Testamento, che affermano superato ma poi cadono nella stessa trappola del legalismo, badando a quello che è stato scritto nel Nuovo Testamento e non al vero senso dell’insegnamento di Gesù e di altri maestri, il significato che viene rivelato esclusivamente nello “spirito” (coscienza) dell’adepto autentico. “Perciò ecco, io vi mando dei profeti, dei saggi e degli scribi; di questi, alcuni ne ucciderete e metterete in croce; altri ne flagellerete” (Matteo 23:34). Proclamano “pace e amore” ma in realtà odiano tutto e tutti e preparano le future guerre. Ecco l’anticristo, e gli anticristi del mondo: spacciarsi per cristiani senza essere Cristiani, spacciarsi per musulmani, senza essere Musulmani e spacciarsi per ebrei, senza essere Ebrei.

“Ma guai a voi, scribi e farisei ipocriti, perché serrate il regno dei cieli davanti alla gente; poiché non vi entrate voi, né lasciate entrare quelli che cercano di entrare… Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, perché viaggiate per mare e per terra per fare un proselito; e quando lo avete fatto, lo rendete figlio della geenna il doppio di voi… Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, perché pagate la decima della menta, dell’aneto e del comino, e trascurate le cose più importanti della legge: il giudizio, la misericordia, e la fede. Queste sono le cose che bisognava fare, senza tralasciare le altre… Guide cieche, che filtrate il moscerino e inghiottite il cammello… Infatti, legano dei fardelli pesanti e li mettono sulle spalle della gente; ma loro non li vogliono muovere neppure con un dito… Così anche voi, di fuori sembrate giusti alla gente; ma dentro siete pieni d’ipocrisia e d’iniquità.”

http://www.laparola.net/wiki.php?riferimento=Mt+23