Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORA io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#309922

orsoinpiedi
Partecipante

Ma guarda un po’

“Ad Aleppo, il governo turco ha contribuito al saccheggio della struttura industriale. Esperti turchi erano a fianco dei jihadisti ad indicare quali macchinari trasportare in Turchia”: l’accusatore è Farés el-Chehabi, imprenditore di Aleppo, presidente della Camera di Commercio e Industria di Siria; ed è un sunnita, non un alawita. Riuscito a tornare dopo quattro anni nella zona liberata dove aveva delle fabbriche, ne ha constatato il saccheggio. E lo ha detto in un’intervista a L’Orient Le Jour, il più importante giornale libanese.

fonte http://www.maurizioblondet.it/erdogan-ordina-i-saccheggi-dellis-in-siria/

Ma siamo sicuri che anche l’Italia, indirettamente, non stia finanziando l’Isis?

Anche l’Italia finanzia l’ISIS
2 dicembre 2015, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – Non solo turchi, americani e sauditi. Anche i governi dei paesi europei finanziano l’ISIS. Come? Acquistando il petrolio che il gruppo armato terrorista vende sul mercato del nostro continente. Il greggio che scorre nei barili che vengono importati illegalmente in Turchia, caricati su file e file di navi e camion quotidianamente, finisce anche nei serbatoi delle nostre auto. E rende all’organizzazione di jihadisti anche 50 milioni di dollari al giorno.

Il presidente russo Vladimir Putin ha denunciato per primo gli affari sporchi di sangue dell’Europa, osservando che il petrolio prodotto nei terreni conquistati dall’ISIS in Siria e Iraq viene contrabbandato tramite la Turchia per poi arrivare sul mercato internazionale compresa l’Europa e l’Italia.

“Abbiamo informazioni che il petrolio dai depositi controllati dallo Stato islamico entra nel territorio turco su scala industriale. Avviene giorno e notte grazie a camion cisterna, che percorrono il tragitto fino ai porti dove è caricato sulle petroliere”.

fonte http://www.wallstreetitalia.com/anche-litalia-finanzia-lisis/

Che razza di ipocriti!Davanti agli interessi politico/economici,si puo’ calpestare tutto.
Ora si spiega il perchè dei 3 miliardi di Euro alla Turchia da parte dell’Europa,cosi si spiega il viaggio della Merkel in Turchia,e cosi si spiega il crollo del prezzo del petrolio,tutto a discapito della Russia!.


  • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 9 mesi fa da  orsoinpiedi.