Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#310192

orsoinpiedi
Partecipante

Da quando la Nato ha attaccato la Libia,avevo pronosticato l’enorme casino in cui sarebbe sprofondato il paese.Gheddafi era l’unica forza che teneva coeso un paese,dove troppe tribu erano l’una contro l’altra.
Avevo altresi pensato che la guerra non era per salvare il paese dalla furia di un dittatore,portando quindi la democrazia,come tutti i media asserivano,ma dalla minaccia portata alla grande finanza occidentale, derivante dalla creazione del Dinaro D’oro come moneta di riferimento per i paese del Magreb.
Questa era una supposizione, ma ora la verità e venuta a galla tramite alcune e.mail dell’allora ministro degli esteri USA Hillary Clinton.
“Secondo informazioni riservate, a cui hanno accesso queste persone, il governo di Gheddafi possiede 143 tonnellate d’oro, e una simile quantità di argento. […] Quest’oro è stato accumulato prima della attuale rivolta, e doveva essere usato per mettere in piedi una valuta pan-africana basata sul dinaro d’oro libico. Questo progetto avrebbe offerto alle nazioni africane francofone una alternativa al franco francese. Secondo persone ben informate questa quantità di oro e argento ha un valore di oltre 7 miliardi di dollari. L’intelligence francese ha scoperto questo progetto poco prima che scoppiasse l’attuale rivolta, e questo è stato uno dei fattori che hanno influenzato la decisione del presidente Nicolas Sarkozy di portare la Francia ad attaccare la Libia.”

il resto lo leggete qui http://www.nexusedizioni.it/it/CT/sarkozy-la-nato-e-loro-di-gheddafi-4961

Camillo,ora cosa dovrei dire:io sono libico?
A cosa dobbiamo la presenza dell’Isis in Libia?

P.s.Ti sei mai chiesto chi ha messo in giro le voci(false) che Gheddafi stava giustiziando un sacco di persone,e quindi offrire una buona scusa per un intervento armato da parte degli esportatori di democrazia?

E’ questo che intendo per informarsi a 360°.Tutto è collegato.