Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#310265
camillo
camillo
Partecipante

Bello!
In effetti anch’io penso che alla fine di tutto ciò che sta alla base è un uno unico,
quindi anche noi siamo quella cosa là.
Il mondo è fatto di opposti.
Il punto è:
dobbiamo lasciare che il nostro opposto (che sappiamo essere noi in altra veste) predomini?
No! Ognuno fa la sua parte e cerca di riportare l’equilibrio. Niente vittime sacrificali in nome del puro amore. L’universo è EQUILIBRIO.

Una religione che come l’ISLAM ha perso il senso del suo essere, una religione con un libro che può essere interpretato così male da giustificare assassini, spietatezze e terrore indiscriminato NON è nè equilibrata nè utile.

L’ultima stupidità del jihadismo circa 400 persone CIVILI ammazzate in una città Siriana perché genitori o parenti di soldati che militano nell’esercito siriano contro l’ISIS.
Se fosse solo un piccolo gruppo ad interpretare così male il Corano si potrebbe capire e anche scusare, in fin dei conti le teste calde ci sono ovunque, ma qui siamo di fronte ad un enorme quantità di persone alcune addirittura colte, molti poi di paesi che non hanno petrolio non hanno avuto guerre e sono governati dalla loro stessa religione. La mia posizione e analisi mi porta a sostenere che il corano è troppo interpretabile in modo violento. In fin dei conti la vita di Maometto che viene presa come riferimento è molto guerresca. Maometto stesso ha partecipato alla uccisione di almeno 600 persone.
Quindi i discorsi di amore, comprensione, e gnosi che ci facciamo tra noi qui a loro manco interessano, e non sto parlando solo dei terroristi ma di una grossa fetta di seguaci dell’Islam.
Ammazzare dei vignettisti perché si sentono offesi è il COLMO DELLA PRESUNZIONE e DELLA STUPIDITA’ A questi trogloditi provate a fare i discorsi d’amore e comprensione, vi dicono sì in faccia. Ma poi appena girate le spalle giustificano comprendono, approvano.
Io sono Charlie è cercherò in ogni modo che il lato oscuro non oscuri le menti e non ottenga la vittoria con l’astuzia e approfittando del buonismo altrui.