Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORA io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#310340
camillo
camillo
Partecipante

Condizione NECESSARIA ma NON sufficiente per ridimensionare il CAOS che l’Islam sta scatenando nel mondo (sfruttando l’interpretazione nel lato oscuro del corano che è scritto veramente troppo male e si può interpretare in due modi opposti) è battere sul campo l’ISIS.
Cominciano ad arrivare i racconti di chi era stato sottomesso, e parlano di terrore camuffato inizialmente da un miglioramento apparente della situazione.

Intanto la SIRIA va verso la totale liberazione sempre più rapidamente, come già detto si preferisce evitare lo scontro frontale, si tagliano i rifornimenti bellici. Poi una belligeranza leggera ma continua fa calare le munizioni. Interrotti i rifornimenti grossi il gioco è fatto si trattava di aspettare.
L’Isis non ha più nemmeno i soldi per pagare i “volontari” e sì! Per chi non lo sapesse ancora erano tutti stipendiati. Dai racconti emerge che dopo i primi tempi di facciata gentile i terroristi islamici rubavano, stupravano, crocifiggevano demolivano ecc. Ne sentiremo della brutte sulla faccenda, altro che guerra SANTA! Lato oscuro in azione.

Ultime notizie dalla SIRIA

Anche Al-Tafahiyah e Al-Amlayk cadono sotto il controllo delle truppe siriane in trionfante avanzata!!
Non vi é più niente a fermare, ma nemmeno a rallentare parzialmente le avanzate della 103esima Brigata della Guardia Repubblicana nel NordEst di Latakia; ormai sembra che una fuga generale dalle posizioni a Est di Rabiyah sia stata intrapresa da tutti i terroristi delle varie sigle, causando il rapidissimo collasso di posizioni dietro posizioni.

Anche in IRAK le cose si mettono malissimo per l’ISIS.
Si è visto che quando il califfo nero si vede perduto ORDINA ATTENTATI IN TUTTO IL MONDO. L’ordine che impartisce ai suoi fanatici suona circa così: “Ammazzate più occidentali che potete spargete il terrore che abbiano il terror di Allah”
Aspettiamoci altri attentati più o meno a caso.