Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#310628
camillo
camillo
Partecipante

@orsoinpiedi said:
Caro Camillo,forse la dittatura argentina non ti ha insegnato nulla.
In tali sistemi,la “sicurezza interna”soffre di delirio di onnipotenza.

Ha insegnato qualcosa a tutti, polizia Egiziana compresa. Da allora c’è Internet e molta più comunicazione.
Vedi è il ritrovamento dl corpo che è MOLTO strano.
Ormai il caso era ben visibile e i rapporti con l’Italia vibranti.
Quindi o non fai ritrovare il corpo o lo fai ritrovare senza i segni di tortura in modo equivoco.
Ora mentre il depistaggio della bassa manovalanza rientra nello schema di tracotanza, e mostra un’inerzia di atteggiamento tipo argentina, il ritrovamento del corpo NO! E’ stato studiato a tavolino. Si vuole accusare chiaramente i servizi segreti Egiziani. E’ un controsenso che al livello di intelligenza dei servizi segreti non sta in piedi.

Ora si sa che non è andato alla festa ma doveva incontrarsi con un professore suo amico con cui ha scambiato l’ultima telefonata o SMS; tale Gennaro Gervasio quarantenne, docente di politica mediorientale alla British University.

Non è mai arrivato all’appuntamento, pare che 5 ore dopo il docente abbia sporto denuncia di scomparsa.
Credo che anche Gennaro Gervasio sia rientrato in Italia è lui a conoscere l’identità del misterioso personaggio che li aspettava entrambi quella sera. Un nome che nessuno vuole fare per timore di ritorsioni della polizia.
Se è vero che il prof. ha sporto denuncia dopo sole 5 ore (strano) significa che era ben certo che Giulio doveva arrivare all’incontro e che il suo NON arrivo era preoccupante.

Un giornale ha detto che forse l’incontro col prof. era a casa di Giulio in tal caso le telecamere della zona devono produrre indicazioni.
Altre fonti dicono che l’ultimo sms dica “Sto uscendo” quindi l’incontro era altrove.
Mancano però ancora le immagini delle telecamere che hanno ripreso l’ultimo viaggio di Giulio