Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#311471
camillo
camillo
Partecipante

@orsoinpiedi said:
… lo fa per voce dello stesso presidente Abd al-Fattah al-Sisi.Un discorso forte che nega qualsiasi coinvolgimento dei servizi egiziani nel caso.
Ora,se ciò fosse vero,non vedo per quale ragione non vogliano produrre i documenti(tabulati telefonici,video di sorveglianza ecc.ecc.)richiesti dal governo italiano.E’chiaro che hanno da nascondere qualcosa.
….

ovviamente a questo punto condivido: E’ chiaro che hanno qualcosa da nascondere.
Ma cosa?
Appare assurdo che polizia (o servizi segreti) sotto il controllo del Presidente Al-Sisi abbiano fatto trovare il corpo in una situazione così pubblica, e così martoriato in un momento in cui le relazioni Italia-Egitto stavano migliorando.

D’altra parte è evidente il depistaggio della polizia, che sicuramente sa molto di più di quello che dice, ha mostrato di avere in mano oggetti personali di Giulio.

Come conciliare le due cose?
E’ probabile che ci sia qualcuno che rema contro il presidente.
prima ipotesi
a) Si tratta di un personaggio molto importante, che a suo tempo ha aiutato il presidente, ma che è un emerito e tracotante idiota. questo in un delirio di potere ha pensato di dare un esempio a tutti gli eventuali stranieri che si interessassero dei fatti egiziani, lo stile è quello… cosa nostra.
b) Si tratta di servizi deviati probabilmente manovrati dai Fratelli Mussulmani che operano all’interno della struttura. Il presidente non vuole ammetterlo perchè sarebbe un grave segno di debolezza, e l’opposizione alzerebbe la cresta.
c) E’ un intrigo ben congegnato dagli oppositori fatto dall’esterno, con supporto di infiltrazioni interne alla polizia. Il potere religioso è meravigliosamente efficiente in questo tipo di infiltrazioni.