Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORA io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#312386

Omega
Partecipante

è islamico

Uno che si ubriaca, che si droga, che picchia la gente, che non ha mai pregato in vita sua, che non entra in una moschea, più che “islamico” sarà un Manchurian Candidate ovvero malato mentale (criminale) telecomandato dal burattinaio di turno, la Nato, CIA, isRaele e la Bestia dell’Apocalisse che avanza. Del resto Adolf Hitler era “cristiano” praticante, come tanti altri, anche lui “in contatto” con qualcuno “molto in alto”. Ma la smettiamo di chiamare “cristiano” o “islamico” qualunque cretino raccolto per strada? In questa gente non c’è nulla di religioso e spirituale, solo politica, e una gran confusione in testa. Queste persone, nostri fratelli, dovrebbero essere aiutate prima che decidono di agire in nome di questo o quello, che nemmeno conoscono. Ma la società non le ama, non le aiuta, non le cura, le isola. Tu dici che tutti hanno problemi, ma non tutti sono criminali dunque non tutti hanno bisogno dell’aiuto, dello stesso. aiuto. Non hai bisogno di donare amore a chi già ama, piuttosto a coloro ai quali manca amore. Non si porta la felicità a chi è felice, ma a chi non lo è.

Teoricamente dovrebbe essere una religione senza intermediari con rapporto uomo Dio direttamente, invece imam di tutti i tipi sfruttano masse ignoranti con discorsi che, quando non sono apertamente fanatici, sono TOLLERANTI e Giustificativi

Va beh, è la loro tentazione. Ognuno di loro – e di noi – deve imparare il discernimento, almeno quello, indipendentemente dal Culto di appartenenza.. Noi in Occidente abbiamo i “diavoli” (il clero ce lo ricorda sempre), le Mafie legalizzate, soldi, e potere che ci tentano, loro hanno gli imam più o meno falsi, fa parte del Gioco esistenziale, quello della scelta tra Essere, e non-essere.

l’Islam attuale

Forse è un errore dire Islam attuale è questo o è quello; solo Allah può sapere cos’è Islam. Una religione non è quello che la fanno “diventare” i suoi elementi peggiori, è come la vive la gente spiritualmente evoluta. Se il creatore è Amore, nessun odio è contemplato, niente violenza, competizione, paura, solo Gioia e cooperazione tra popoli e culture diverse, questa è spiritualità, equilibrio, giustizia. Troppo spesso umani che non sono Uomini ma anzi antiUomini vengono denominati nei giornali e telegiornali: credenti, fedeli.. ma fedeli a chi? A Satana? Quando i cosiddetti “buoni” ed esportatori di democrazie varie non sanno più quello che dicono, figuriamoci come sarà il ragionamento dei cosiddetti “cattivi”.

Quando c’è stato Charlie anche questo Papa si è messo sulla linea fanatica giustificativa e ha detto: ” se uno mi dà uno schiaffo mi ribello…”

Bisogna sempre specificare che il pope Francis non è un vero cristiano d’altronde come pure numerosi suoi colleghi un po’ buonisti un po’ cattivisti, tra il progresso e il regresso, tra una finta Luce e l’Oscurità, l’inganno perfetto. Ma:

Apocalisse 3,9 Ebbene, ti faccio dono di alcuni della sinagoga di satana - di quelli che si dicono Giudei, ma mentiscono perché non lo sono.

Apocalisse 3,15 Conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca.

Apocalisse 3,17 Tu dici: «Sono ricco, mi sono arricchito; non ho bisogno di nulla», ma non sai di essere un infelice, un miserabile, un povero, cieco e nudo.

Insomma, essere islamici o cristiani è una cosa seria e complessa,non basta la barba e l’etichetta.