Rispondi a: Gennaro Gelmini e Nibiru

Home Forum EXTRA TERRA Gennaro Gelmini e Nibiru Rispondi a: Gennaro Gelmini e Nibiru

#31243
Richard
Richard
Amministratore del forum

Sebbene la maggior parte dei ricercatori e degli osservatori non comprendano veramente quello che queste immagini bizzarre ci stanno mostrando, ce ne sono alcuni che hanno fatto piuttosto bene. Infatti è il lavoro del matematico Gerald Hawkins che ha inavvertitamente impostato un intero schema teorico per la nostra discussione. Hawkins ha scoperto una enorme ripetizione di diagrammi matematici di “unità di coscienza” senza aver neanche capito che era proprio questo che aveva trovato. Hawkins sapeva che la maggior parte delle formazioni geometriche osservate nelle formazioni nel grano erano in qualche modo incorporate in un cerchio. Sebbene il cerchio fosse occasionalmente nascosto con altre immagini, ha scoperto che quasi tutte le formazioni nel grano dei primi anni ’90 prendevano forme semplici come il triangolo, il quadrato e l’esagono e le mettevano dentro a cerchi. Come vedremo, queste in molti casi possono certamente rappresentare “bozze” semplificate di forme tridimensionali.

Hawkins ha scoperto qualcosa di straordinario quando ha preso l’area della superficie dei cerchi nelle formazioni e l’ha divisa per l’area del quadrato, del triangolo o dell’esagono che vi era posizionato all’interno. Le relazioni tra questi numeri sono rapporti diatonici, o le vere frequenze vibrazionali che compongono i toni dell’ottava. In altre parole, questi semplici e piatti cerchi nel grano visualizzano eloquentemente le frequenze musicali. Dal momento che l’ottava musicale è intercambiabile con lo spettro della luce, sembrerebbe che i Circlemakers [8] ci stiano dando esattamente le stesse prove che noi stiamo già esplorando: un legame comune tra suono, musica e geometria.

L’importanza di questa scoperta non può essere sottovalutata. Hawkins ha sorpreso tutti nella comunità dei cerchi del grano mostrando un set completamente nuovo di “teoremi geometrici”: ovvero che il quadrato, il triangolo e l’esagono fondamentali, se posizionati all’interno di cerchi, producono rapporti musicali. Questo lavoro matematico ha attratto anche l’attenzione degli accademici istituzionali. Ma non è mai sembrato che le implicazioni dietro questa fondamentale scoperta apparissero nel lavoro di Hawkins; egli pensava che il primo proposito dietro ai disegni dei Circlemakers era che essi stessero cercando di illustrare questi teoremi geometrici semplicemente per attirare interesse e portarci a “risolvere” i rebus. Superficialmente questo sembra giusto, dato che mostrandoci un semplice sistema matematico di geometria e musica che noi non avevamo ancora compreso, dimostrava la loro superiore intelligenza. Ma perché essi dovrebbero sprecare tanta energia per creare semplicemente dei teoremi decodificabili solamente da pochi oscuri matematici?

Infatti, l’idea che essi siano semplicemente teoremi non sembra proprio essere sufficiente; i teoremi devono essere lì per mostrarci qualcosa che è assai più importante, una forma di legge universale. Questi Circlemakers volevano ovviamente creare informazioni che avessero un uso molto pratico, data l’enfasi universale che Hawkins dimostra che hanno ricevuto nel misterioso repertorio di cerchi nel grano. Per chiunque dubitasse che esistano ripetuti esempi di “unità di coscienza” nei cerchi, per favore visitate http://www.cropcircleconnector.com, e controllate l’archivio fotografico al suo interno. Oppure, qualsiasi altra fonte che mostri immagini dei cerchi nel grano va bene ugualmente, dato che letteralmente quasi tutte le formazioni cercano di trasmettere le stesse informazioni fondamentali.
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_CambioEra_07.htm