Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#312447

Omega
Partecipante

@camillo said:
solidarietà umana

Io non ragiono come il resto della popolazione Terrestre, quindi da me non sentirai mai una sola parola di solidarietà verso chicchessia. Perché? Perché a me non interessa “partecipare agli eventi del mondo”, belli o brutti che siano, ma analizzare le cause di un fenomeno criminale. Frasi ad effetto slogan e il buonismo li lascio ai benpensanti politicamente corretti. Quando si comprende come mai l’assassino è riuscito a compiere un’azione, automaticamente scopri gli strumenti che ti permettono di fermarlo, la prossima volta, in tempo. A me piacerebbe che coloro che leggono le mie parole facciano uno sforzo per riflettere sulle teorie esposte e le valutino obiettivamente senza rancore preconcetti e pregiudizi, ma non sempre accade, allora è inutile scrivere in un forum. Se ho detto che sono Ateo ovvero che non credo in nessuna forma di divinità come potrei essere islamico? Per me non conta la definizione dell’Islam da dizionario – e tanto meno come lo definisce la gente ignorante anche se fossero milioni, conta la realtà dei fatti. E nel campo spirituale i fatti sono le intenzioni dei fondatori delle grandi Religioni, quindi Buddha, Mosè, Yahshua (Gesù), Muhammad, J.Smith, Bahá’u’lláh, Rael etc. Se i fondatori delle grandi Religioni in quanto rappresentanti della sorgente di Vita desideravano la felicità degli uomini (tutti), chiaro che chiunque odia gli uomini si oppone alla volontà del creatore della Vita che li ha inviati nel mondo ognuno nella sua epoca, pertanto non può appartenere in nessun caso ad alcuna delle religioni suddette.

Dopo questa premessa, ti spiego come le vedo io, le religioni. Le informazioni contenute nelle sacre scritture delle grandi religioni, intendo la parte essenziale NON sono una verità assoluta da esibire né una verità dogmatica da credere, ma un’insieme di esercizi spirituali – rapportati al contesto sociale nel quale per la prima volta furono dati – che, se il fedele ha scelto evoluzione interiore e giustizia (=equilibrio), lo portano verso il risveglio del Dharma, Ego Sum, la sua vera identità originaria e la connessione con l’infinito il che lo rende un Essere umano libero e felice (altrimenti è solo una marionetta del Sistema, un pu-Pazzo, facilmente manipolabile e ipnotizzabile dai poteri occulti dello Stato X o Y, oppure dalle eggregore collettive casuali e spesso menzognere). Una volta che il fedele si è risvegliato, non solo non gli verrà mai più in mente di aggredire o uccidere il Prossimo ma diventerà una luce e un esempio di umanità, amore per chiunque gli sta intorno. Ma forse tu preferisci che io commenti le notizie della giornata? Bene, su corriere.it leggo: Adel si era dimostrato «pentito». Ecco la chiave: la gente CREDE nell’apparenza, nelle illusioni e inganni del “demonio” (cosiddetto). E perché mai uno crede in qualunque cosa e in quello che appare? Perché dentro non hanno nessun punto di riferimento, dentro sono vuoti. Anime morte. Perciò ho detto che la spiritualità, il fatto di Essere, salva gli uomini (dunque il mondo), non scientismo ideologie e maschere. Una persona felice desidera vivere a lungo e la tua felicità, una persona infelice desidera la sua e la tua morte. Hai mai sentito un funzionario dello Stato, un prete Cristiano, un imam Islamico parlarti in modo SINCERO e COMPETENTE della tua felicità? Io mai.

Gli Stati permettono agli assassini di progettare e compiere le loro azioni perché non trovano alternative, né gli uni né gli altri. LE IENE – Golia – Baby Boss Il Far West di Napoli