Rispondi a: La Vera Vita Di Gesù

Home Forum TEOLOGIA La Vera Vita Di Gesù Rispondi a: La Vera Vita Di Gesù

#312638

Omega
Partecipante

@franco said:
Gesù è apparso dopo tre giorni ma non più col suo corpo, dato che Gesù era spiritualmente molto elevato ha il potere di manifestarsi con qualsiasi corpo e dato che doveva dimostrare che era lui il Gesù Cristo si presentò identico al corpo che ha lasciato. Dunque non esiste nessuna resurrezione

La vera “resurrezione” che spetta ai giusti della Terra secondo me consiste nella cosiddetta Clonazione, ovvero DNA + memoria in un nuovo corpo “celeste” che dura circa 1000 anni terrestri come quello dei primi umani, incorruttibile perché privo di difetti genetici o predisposizioni alle malattie. Anche se, in casi eccezionali è possibile curare e far rivivere un morto, nel suo vecchio corpo, chiaramente quest’ultima sarebbe solo una soluzione temporanea, in attesa della vera “resurrezione” (nuovo corpo originario partendo dal DNA e la memoria del vissuto). Ma ancor prima della “resurrezione” del corpo, è necessario risorgere dentro, nello “Spirito”, altrimenti sarebbe un colmo avere un corpo perfetto immortale ma essere morti dentro. A che pro?

@franco said:
ma non è detto che per meritare la terra promessa si debba andare in chiesa, confessarsi e fare la comunione, fare il battesimo, la cresima e la prima comunione. […] Gesù durante i suoi tre anni di insegnamento non ha detto di fare queste cose

Sono d’accordo, in effetti quello che apprezzo nelle Religioni non è la “tradizione” ovvero precetti umani, regole, opinioni e aggiunte dell’uomo ma esclusivamente i testi “criptati” originari – scaturiti dalle comunicazioni “celesti”, tra Esseri di altri Mondi evoluti e profeti. Il resto, fa parte del folclore e delle abitudini dei vari popoli della Terra, è più spettacolo e divertimento che evoluzione della coscienza. Un uomo tendente all’evoluzione può trarre vantaggio spirituale da qualsiasi insegnamento anche quello falso oppure alterato, ingannevole e illusorio perché non dipende dall’esterno e intuisce la realtà in modo autonomo, tuttavia è meglio seguire un percorso originale e autentico se si ha bisogno di progredire e di un aiuto sotto forma di un insegnamento scritto.

@franco said:
Vorrei vedere quando una persona cattolica, lascia il proprio corpo dove va a finire

Viene ricreata e giudicata dai creatori secondo le sue opere.

@franco said:
resterà in confusione per tutti questi condizionamenti che ha accettato durante la sua vita.

Dipende, se la confusione riguarda aspetti marginali della spiritualità (la forma di Dio) non influisce molto sulle opere compiute; ma se la confusione riguarda aspetti fondamentali della spiritualità (coscienza di Essere) influisce molto sulle opere compiute.

@franco said:
non esiste nessun essere appena nato col peccato originale, questi sono scritti errati, il nascituro dopo la nascita riceve condizionamenti

Non c’è il “peccato originale” (il bambino non è impuro né colpevole per il solo fatto di essere nato), ci sono condizionamenti successivi al concepimento e alla nascita che gli fanno credere di essere imperfetto e colpevole. Questo è vero. Però dal punto di vista esoterico e scientifico qualcosa c’è… ma non ha nulla a che vedere con Eva, e le sue presunte trasgressioni nella Notte dei Tempi. Dal punto di vista “esoterico” il solo fatto di immergersi nell’eggregora globale (questo mondo) di basso livello rende il bambino un po’ troppo vulnerabile, cosa che non accade nei Mondi evoluti. Dal punto di vista scientifico invece sappiamo che i difetti genetici di ogni generazione si accumulano e il bambino li porta tutti quanti nel DNA anche se non si manifestano automaticamente e in ogni circostanza ma occasionalmente e in determinate condizioni. Ne consegue, che l’uomo della Terra effettivamente ha, avrebbe bisogno di proteggersi, e soprattutto purificarsi (la mente e il DNA) non solo da ciò che di negativo ha causato agli altri e alla Natura ma anche da ciò che di negativo gli altri e l’ambiente hanno causato a lui prima e dopo il suo concepimento e la sua nascita, nel corso della storia e nell’istante presente, sia a livello mentale che genetico, anche sotto forma di credenze/ illusioni e condizionamenti. Nelle Religioni originarie si trovano esercizi e istruzioni utili per tentare di annullare (alcuni) effetti di questi condizionamenti interni ed esterni; un battesimo forzato degli incoscienti non aiuta piuttosto sembra una farsa. Non per caso non c’è nelle scritture ma è un’invenzione del clero.

@franco said:
e molti di questi condizionamenti non hanno nulla di verità e credendo a questo inizia a sbagliare,

Esatto, per questo motivo io vieterei ai genitori e a tutte le scuole del mondo di inculcare nelle menti dei figli e bambini piccoli qualsiasi tipo di credenza o ideologia politica/ religiosa perché ognuno ha il diritto di scegliere quello che gli pare quando si sente pronto. Molto meglio il non sapere che finto sapere o un sapere imposto e non compreso.

@franco said:
Gesù all’età di dodici anni quando si trovò nel tempio non accettava ciò che i sacerdoti gli dicevano, questi erano indottrinati agli scritti dell’antico testamento di un Dio che punisce

La differenza tra quello che diceva Gesù dodicenne e quanto dicevano i sacerdoti del Tempio sta nel fatto che attraverso Gesù parlava lo Spirito del Padre celeste (extraterrestre) mentre i sacerdoti parlavano di qualcosa che non conoscevano integralmente, che di conseguenza non comprendevano, e che non amavano ma sfruttavano per lucro e potere, non c’entra molto il discorso su un Dio che punisce di per se. E’ ovvio che un popolo primitivo delle epoche prescientifiche non è in grado di comprendere Amore senza condizioni e la Legge della semina e della raccolta, gli devi parlare per forza di “comandamenti” e “punizioni” altrimenti non ti ascolta. Il vecchio e il nuovo testamento a mio avviso danno esattamente lo stesso insegnamento, solo che il linguaggio del primo è adatto a un livello di coscienza più basso, il linguaggio del secondo è adatto a un livello di coscienza leggermente più alto. Mentre le comunicazioni recenti adoperano un linguaggio adatto a un livello di coscienza ancora più alto, il nostro, intendo gli uomini tendenti all’evoluzione e non le Mafie, i nostri governanti, ladri e briganti.

@franco said:
Che Gesù abbia detto che era Dio non è verità, Gesù chiamò Dio Padre, il Dio non è una persona ma è una Energia Creante,

E’ solo un gioco di parole non-sense. “Dio” inteso come “Energia Creante” non è una persona ma Scienza aliena. “Dio” inteso come “Elohim” non è una persona ma un insieme di Esseri extraterrestri che amministrano quella “Energia Creante” o Scienza aliena. Gesù non è Dio né alieno ma un essere umano come noi, attraverso il quale ha parlato e operato Eloha YHWH quando Gesù ha avuto il ruolo di “Cristo”, inviato “celeste”. Il Padre genetico di Gesù è un uomo extraterrestre, YHWH-Elohim, che le chiese erroneamente chiamano “signorDio”, la madre genetica di Gesù è una donna della Terra che i cattolici chiamano “BeataVergineMaria”, “Regina della Pace” o con altri nomi prestati dai culti misterici Pagani precedenti al Cristianesimo. Gesù conferma le scritture dell’AT quando afferma “voi siete Dèi”, ed intende dire che gli Esseri umani della Terra e gli Esseri umani di altri Mondi (ad esempio i creatori Elohim) sono uguali come potenzialità. Gesù non è “Dio” perché Gesù non è creatore ma l’inviato dei creatori, anzi, uno degli inviati. Quindi l’uomo non è un Dio perché le divinità non esistono, però l’uomo è un “Dio” simbolicamente, non nel senso di “creatore” (ancora non lo è) ma nel senso di coscienza potenzialmente uguale a quella del Padre celeste. A maggior ragione i profeti, che sono uomini come noi ma che hanno direttamente comunicato con i creatori e che li hanno incontrati fisicamente.