Rispondi a: Certezza di Dio ed eternità dell’anima

Home Forum TEOLOGIA Certezza di Dio ed eternità dell’anima Rispondi a: Certezza di Dio ed eternità dell’anima

#312782
franco
franco
Partecipante

TEISMO

“L’uomo terrestre, ovviamente, non è in grado di comprendere la Creazione, tanto meno quando arriva alla conclusione che l’Universo ha dimensioni tali che nessuno, per quanto intelligente, è in grado di immaginarle.

Entro i confini di questa Creazione vige peraltro un preciso principio d’ordine; e chi lo trasgredisce deve sopportare le conseguenze del suo atto. Il Terrestre, trasgredendo in continuazione questo principio, ha creato situazioni che non possono essere di suo gradimento, oltre a mettersi in condizioni di perenne pericolo mortale. Sarebbe molto bello se un Essere superiore sorvegliasse queste situazioni indicando la direttiva da seguire. Le vostre religioni, infatti, parlano tutte di un Essere superiore, ma non lo sanno descrivere. Nessuno può farsene un’idea né un’immagine. Così hanno inventato un essere somigliante nella forma e nella coscienza all’uomo, in modo tale da poterlo considerare un loro Padre o un loro Giudice. Non è un assurdo? Nessun teologo o scienziato può spiegare Dio, nemmeno approssimativamente, poiché nessuno l’ha mai visto, anche se gli Ebrei sostengono che Mosè parlò con Dio faccia a faccia, quasi come con un amico. Dio dovrebbe dunque essere una specie di superuomo. Non è un nonsenso, questo?

Mosè, invece, parlò con un Santino, un messaggero venuto da un’altra stella e credette che fosse il suo Dio, perché non poteva immaginare l’esistenza di attrezzature e tecniche così avanzate, o di altri uomini su altre stelle. Anche qui notiamo un’errata interpretazione della Bibbia.

Fonte a pagina 14

http://ashtarsheran.altervista.org/ARMAGEDDON.pdf
……………

http://risveglio.myblog.it/wp-content/uploads/sites/245753/2016/08/Teismo.pdf


  • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 9 mesi fa da franco franco.
  • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 9 mesi fa da franco franco.