Rispondi a: Certezza di Dio ed eternità dell’anima

Home Forum TEOLOGIA Certezza di Dio ed eternità dell’anima Rispondi a: Certezza di Dio ed eternità dell’anima

#313003
franco
franco
Partecipante

LE LEGGI DIVINE

Non siamo gli unici abitanti su questa Terra, le scuole non ne parlano che l’intero Universo ha la stragrande maggioranza di pianeti abitati, così pure i governanti non dicono le verità. I giornali cercano di tacere, più di tanto non dicono.

La religione Cristiana non crede ne alle reincarnazioni e nemmeno che esistono le astronavi che arrivano da altri pianeti, eppure il Dio che scendeva dalle nubi erano (non Dio ma gli Dei), e scendevano dalle astronavi.

Impariamo ad abbandonare tutti questi condizionamenti, troppe falsità continuano ancora ad esserci.

I Cristiani non vogliono cambiare le loro credenze perché hanno paura di fare peccato, questi sono condizionati e (non sono verità), il condizionamento lascia a loro la paura di andare contro Dio, e non cambiano. Se osano a fare delle domande ai loro sacerdoti (sulle verità), sicuramente saranno offesi severamente. Le verità non potete averla dai vostri sacerdoti, questi sono condizionati dai loro studi e se vi dicono la verità vengono espulsi dal loro servizio, dunque non fate domande a loro, perché vi metteranno paura di un Dio creato dai loro studi. Il Dio esiste ma non è quello che ci fanno credere. Il Dio nella Bibbia che dice che ha fatto l’uomo a sua immagine e somiglianza non è Dio ma sono gli Dei che hanno modificato l’uomo geneticamente. DIO NON È UNA PERSONA. Gli DEI sono creature che anche loro derivano da DIO. Come tutti noi siamo in vita per mezzo di DIO il quale ha dato vita a tutto l’universo e mantiene tutto alla perfezione, dove non c’è perfezione la colpa è dell’uomo che non rispetta da come funziona la creazione.

Quando lasciamo il nostro corpo dovremo avere a che fare con la realtà, il Cristiano che nell’aldilà si aspetta il cielo, o il purgatorio (se per caso ha fatto piccoli peccati), si renderà conto che non trova quello che gli ha insegnato la religione.

Ogni pianeta dell’universo ha le sue Leggi Divine, e noi che ora abitiamo su questa Terra avremo a che fare con le Leggi Divine che appartengono ai Terreni. Le nostre Leggi Divine non sono come quelle leggi terrene, e nemmeno le leggi che hanno insegnato fino ad ora i capi della chiesa, chiunque cosa abbiamo fatto durante la nostra vita avremo il compenso o la punizione e da qui nessuno può sfuggire, le nostre Leggi Terrene le quali sono Leggi Divine sono fatte per questa nostra scuola che stiamo portando avanti su questa Terra, ognuno è libero di fare quello che può e se riesce fare quello che vuole ma poi da quello che abbiamo fatto, al momento del trapasso avremo a che fare con queste Leggi Divine.

Non è come dice la religione che le persone che sbagliano vengano assolti dai loro peccati, tramite il perdono e il pentimento attraverso la confessione. Gesù Cristo non è morto in croce per i nostri peccati, questo è un errore grave che gli operatori della chiesa vengono a dire. Chiunque abbia fatto del male dal giorno che lasciamo il nostro corpo, quel male fatto lo dobbiamo subire noi, E nel mondo dell’altra dimensione chi non ha rispettato le Leggi Divine avrà la sofferenza. Per diversi anni avremo la visione di tutta la nostra vita e se abbiamo fatto del bene avremo delle gioie, il male che abbiamo fatto agli altri sentiremo le sofferenze, una volta terminato questo passaggio al momento opportuno avremo un karma in base a quello che ci siamo meritati. Coloro che si sono comportati male durante la loro vita, non possono reincarnasi ed avere un karma bello, avranno un karma adatto a quello che hanno meritato.

Impariamo a controllare anche i nostri pensieri perché anche i pensieri che immettiamo hanno poi a che fare col Giudizio Divino, non possiamo sfuggire a nulla, un pensiero fatto male o in questa vita o nell’altra dovremo pareggiare quel male, tutto dobbiamo ricevere su di noi, riceveremo il bene ogni bene che abbiamo fatto e riceveremo la sofferenza ad ogni male che abbiamo fatto.

Se in questa vita ci comportiamo bene senza danneggiare nessuno e senza mandare pensieri negativi agli altri, otterremo certamente un karma bello.

La nostra difficoltà è quella di stare attenti da come parliamo, da come scriviamo, da come pensiamo e da come ci comportiamo, perché di tutte queste cose facciamo altro che creare un seme in quel seme contiene tutto quello che abbiamo fatto e al momento del raccolto raccoglieremo il contenuto di quel seme.

Su questa Terra ci sono anche persone che stanno in missione, questi non sono qui con un karma che si sono meritati, queste persone arrivano da altri Pianeti avanzati spiritualmente, e se ricevono delle conseguenze non fa parte del loro karma ma purtroppo subiscono l’ingiustizia che è su questa Terra, (come Gesù Cristo ha dovuto subire). Tutti questi che stanno in missione sono qui per aiutare le persone e prima di nascere hanno accettato questa missione, e tutti erano coscienti a cosa gli aspettava, ora non ricordano questa missione perché le memorie (come tutti) sono state cancellate, ed ogni persona che è qui in missione ha un suo compito speciale per far modo di portare la popolazione ad avvicinarsi sempre di più a DIO.

FONTE:
http://risveglio.myblog.it/wp-content/uploads/sites/245753/2016/09/Le-Leggi-Divine.pdf