Rispondi a: Referendum opinioni blog

Home Forum L’AGORÀ Referendum opinioni blog Rispondi a: Referendum opinioni blog

#313350
camillo
camillo
Partecipante

Sei tu che non capisci, la mia richiesta è semplice:
Vogliamo citare l’articolo che non ci piace e discuterne il perchè non piace?
Metà di quelli che votano no votano per mandare giù Renzi e non gli interessa per niente il contenuto della legge.
Se chiedi all’altra metà il 90% non ha letto, ma una parte dice che voterebbe No perchè vuole l’abolizione totale del Senato, il rimanente invece ha paura del sbilanciamento e voterebbe no per conservare lo stato quo.

I pochissimi che hanno letto raramente citano un qualsiasi parte dello scritto per contestarlo, dicono solo cose generiche giudizi accumulati emozioni.
Esempio:
Art. 2.
(Composizione ed elezione del Senato della Repubblica).
L’articolo 57 della Costituzione è sostituito dal seguente:
«Art. 57. – Il Senato della Repubblica è composto da novantacinque senatori rappresentativi delle istituzioni territoriali e da cinque senatori che possono essere nominati dal Presidente della Repubblica.
I Consigli regionali e i Consigli delle Province autonome di Trento e di Bolzano eleggono, con metodo proporzionale, i senatori tra i propri componenti e, nella misura di uno per ciascuno, tra i sindaci dei Comuni dei rispettivi territori.
Nessuna Regione può avere un numero di senatori inferiore a due; ciascuna delle Province autonome di Trento e di Bolzano ne ha due.
La ripartizione dei seggi tra le Regioni si effettua, previa applicazione delle disposizioni del precedente comma, in proporzione alla loro popolazione, quale risulta dall’ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti.
La durata del mandato dei senatori coincide con quella degli organi delle istituzioni territoriali dai quali sono stati eletti, in conformità alle scelte espresse dagli elettori per i candidati consiglieri in occasione del rinnovo dei medesimi organi, secondo le modalità stabilite dalla legge di cui al sesto comma.
Con legge approvata da entrambe le Camere sono regolate le modalità di attribuzione dei seggi e di elezione dei membri del Senato della Repubblica tra i consiglieri e i sindaci, nonché quelle per la loro sostituzione, in caso di cessazione dalla carica elettiva regionale o locale. I seggi sono attribuiti in ragione dei voti espressi e della composizione di ciascun Consiglio».