Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORA io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#313448
camillo
camillo
Partecipante

@J- scrive
” un invasore che invece che comandare viene per fare lavori umili, poco pagati e che a noi non vanno….. MA!?

Io vivo in una zona che ha già il 20-30% di immigrazione stabilizzata e vedo gli effetti.
Si comincia con l’umiltà con l’adattamento, ma poi…. se c’è poca integrazione , mi riferisco soprattutto agli Islamici, ( sono proprio loro che non vogliono accettare le nostre leggi) i problemi nascono eccome!
Dove abito abbiamo avuto problemi con islamici soprattutto Pakistani PADRI PADRONI, pretendono che figlia sposi per procura, pretendono che loro tradizioni prevarichino le nostre, a scuola maschi prepotenti, femmine iper-sottomesse. Tu puoi pensarla come vuoi questo io vedo, faccio 15 terze media ogni anno.

Certo che a scuola dove a volte arriviamo al 40% di stranieri ci diamo da fare, ma l’integrazione deve avere anche una disponibilità interiore, e NON LA PRESUNZIONE DI AVERE UNA TRADIZIONE RELIGIOSA SUPERIORE.
Questo hanno, finchè sono in pochi non lo noti, ma poi cominciano a imporre con l’arma del terrorismo la loro idea. Certo non tutti, NON la maggioranza, ma…. TROPPI Quando ci si muove con attentati basta uno su mille o diecimila per creare forte destabilizzazione, vedi brigate rosse. anarchici… Ricordo come esempio che la prima guerra mondiale è stata innescata da un UNICO SOLO ANARCHICO isolato.

NO! questa roba fatta da RENZI non è accoglienza, questa è incapacità di gestire la cosa. La Spagna è sul meditterraneo come noi, se le sue navi si riempiono di profughi dovrebbero portarseli a casa, invece scaricano nel paese che tace, ingoia si sottomette in nome di un falso buonismo.
Gli altri paesi europei pensano che Renzi… sia uno stupido o ingenuo o incapace altro che un buono che accoglie. Parla grida minaccia ma poi abbiamo una crescità metà del resto d’Europa.

Occorre invece dedicarsi SERIAMENTE alla disperazione dei giovani 40% di disoccupazione e tra questi molti farebbero qualsiasi lavoro, entrando tranquillamente in competizione con gli immigrati, qui da noi è GIA’ così. Altro che lavori che non vogliamo fare, quell’epoca è passata da molti anni caro J-


  • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 4 mesi fa da camillo camillo.