Rispondi a: io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORÀ io NON sono Charlie Rispondi a: io NON sono Charlie

#314894
J-new
J-new
Partecipante

“Gestire una classe con ragazzi a vario titolo difficili ti mangia tanta di quell’energia, devi rallentare, recuperare. O usi metodi drastici cosa inammissibile oggi in Italia”

Pensi sul serio che dare legnate a un ragazzo risolva i problemi?
Se cosi…. visto da dove vengono…. loro dovrebbero essere i migliori.
Io alle medie sono appartenuto alla seconda categoria; ma non mi risulta che in classe fossimo indietro con il programma.
Al magistrale c’era una classe tutta, ragazzi e ragazze italiani, che te ne ho già parlato. Non mi pare ci fossero lagne dei prof per limiti di programma.

“o ti adatti e SACRIFICHI i contenuti, li limiti, li adegui alle capacità dei più deboli”

Secondo te chi andrebbe sostenuto?

“ma così facendo imponi un sacrificio ai ragazzi più capaci che sono proprio quelli che un domani porterebbero benefici alla cultura della nazione.”

Un mio professore, ancora ora ricordato con affetto, chiamava all’interrogazione più spesso i meno bravi; ma non era cattiveria: “tu no! Che i tuoi voti sono a posto, e lei che si deve sforzare perchè a i voti messi male”
“Sic transit gloria mundi”

“Gli insegnanti attualmente sono tutti stressati, anziani, disperati e al limite…”

A punto; ci servono più insegnati, più giovani: non scaricare sulle spalle di chi e già di suo in difficoltà

“Renzi Renzi… peggior cosa che potevi fare è mettere una sindacalista come ministro…”

0_o Dovrebbero essere i sindacati a tutelare i lavoratori…. o_0