Rispondi a: Progetto Perego: conferenza ufologica a Roma il 7 novembre

Home Forum EXTRA TERRA Progetto Perego: conferenza ufologica a Roma il 7 novembre Rispondi a: Progetto Perego: conferenza ufologica a Roma il 7 novembre

#31668
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Alberto Perego.
Sono extra terrestri.
Il piano operativo dell'aviazione elettromagnetica 1944-1958.

Dal 6/11/1954 ho consapevolmente affrontato il discredito, l'ironia degli irresponsabili e sacrifici e umiliazioni di ogni genere per informare il mio Paese di questa “nuova realtà”.
Gli apparecchi misteriosi che moltissimi tra noi hanno visto nel cielo e che ci osservano, sono extraterrestri!
Noi stessi, in quanto discendenti di questi piloti che già in tempi antichissimi colonizzarono la terra, siamo di origine extraterrestre.
Ne consegue che non si può più “morire” per il petrolio o per l'uranio, quando fonti di energia nuovissime sono intorno a noi, non ancora sfruttate.
E' questo dunque il problema capitale del nostro tempo, che va esaminato realisticamente e discusso ufficialmente. Ignorarlo o fingere d'ignorarlo è ormai assurdo. Proprio per “volerlo” ignorare ufficialmente siamo giunti alla attuale caotica situazione: alle soglie della guerra atomica. Riassumo in parte quanto già esposto nel mio “Rapporto sull'aviazione elettromagnetica” del 1957. Rapporto che è necessario conoscere per avere un quadro esatto della materia. E riferisco ciò che è avvenuto dal luglio 1957 al luglio 1958. Prova evidente dell'esattezza delle mie deduzioni circa l'attività operativa di questa aviazione.
Credo opportuno far precedere alcune lettere pervenutemi da autorevoli Personalità per dimostrare quale sia stato il mio comportamento prima di pubblicare il mio “Rapporto”. Un atteggiamento di disciplinata collaborazione con l'Autorità dello Stato.

A. P.

Roma luglio 1958

Il Ministro degli Affari Esteri
Sig.Console. ho ricevuto e letto con interesse i vari rapporti che Ella ha voluto inviarmi sul fenomeno da Lei così attentamente e diligentemente osservato. Ovviamente si tratta di questione di cui non si dispone di aggiornate e precise notizie; ma il fenomeno da Lei segnalato ha fornito oggetto di studio da parte degli organi competenti. Con vivi ringraziamenti gradisca i miei migliori saluti.

Gaetano Martino
Roma, 25 gennaio 1955

*** *** ***
COMANDO SUPREMO DELLA N.A.T.O.
Parigi
Sono incaricato dal Comandante Supremo (Generale Gruenther) di esprimervi il suo compiacimento per aver fornito le interessanti informazioni contenute nella vostra lettera del 14 dicembre 1954.
La vostra lettera è stata trasmessa al Capo del Settore Aeronautico (Generale Norstad, oggi comandante supremo atlantico) ed al suo Consigliere Scientifico che l'hanno pure trovata interessante e che ne terranno conto nelle loro rispettive competenze.

Colonnello S. K. Eaton
Parigi, 28 dicembre 1954

Il Comandante Supremo della N.A.T.O.
Caro Perego…
Vi ringrazio… ma questi problemi non cadono nel campo delle mie responsabilità.

Generale Alfred Maximilian Gruenther
Parigi, 16 maggio 1955

———————————- —————————————- ——–
Abbiamo trovato nella Vostra relazione cose veramente interessanti. Forse la vostra relazione è la più completa esistente sul problema. Ma perchè non se ne è parlato al Congresso Astronomico di Roma?

Padre A. Zilwes
(Direttore della Specola vaticana)
Castelgandolfo, 20 novembre 1956

———————————- —————–

Credo che il Vostro Rapporto costituisca uno dei maggiori contributi alla conoscenza di questo problema.

prof. Charles A. Maney
The Defiance College – Phisic Dept.
Defiance, Ohio (U.S.A), 23 febbraio 1957

———————————- ———————

L' esistenza di questi apparecchi è ormai evidente e io l'accetto assolutamente.
Mi interessano sopratutto le notizie relative ad effettivi contatti avvenuti tra esseri umani e gli occupanti di questi apparecchi extraterrestri….

Lord Dowding
Maresciallo dell' Aria
londra, 26 febbraio 1957

———————————- ———————-

Considero la vostra relazione come la migliore tra quelle che ho ricevuto…
Avete perfettamente ragione nel definire ” elettromagnetica” questa aviazione…

George Adamski
Palomar Terraces (California), 20 aprile 1956.

——————————— ———————————-

Il Ministro delle Finanze

Caro perego,…..Le considerazioni che Lei svolge nel Suo rapporto risultano degne di interesse e di attenzione…..

Giulio Andreotti
Roma, 15 maggio 1957

————————————– ——————————

Senato della Repubblica

“Caro Console, ho finito di leggere oggi il suo coscienzioso, interessantissimo “Rapporto sull' Aviazione elettromagnetica”.
Certamente la questione merita la massima attenzione. L' accurata, ampia raccolta di segnalazioni e di elementi che lei ha fatto e sarà utile ai nostri tecnicìi e ai nostri scienziati e potrà valere ad orientare il pensiero di coloro che vorranno concorrere a chiarire un fenomeno che oggi si impone all' umanità intera.

sen. Angelo Cerica
Presidente della Commissione Difesa
Roma, 22 ottobre 1957

———————————- ———————————–

UNA FORMAZIONE A ” CROCE” DI QUARNATA DISCHI, SU ROMA IL 6 -XI – 1954

Il 23 luglio 1957, a Roma, riunivo alcuni giornalisti, per una piccola conferenza Stampa.
“Da dieci anni si parla di dischi volanti – dissi, e probabilmente avrete una opinione personale in proposito. Oggi sento il dovere di portare all' opinione pubblica italiana, una testimonianza eccezionale. il 6 e 7 novembre 1954, insieme a molte altre persone, ho visto operare su Roma, altissimi, in formazioni regolari, rispettivamente un centinaio ed una cinquantina di questi apparecchi, per complessive quattro ore e mezza. Il 6 novembre 1954, verso mezzogiorno, ho potuto osservare due squadriglie in perfetta formazione a “V” di 20 dischi ciascuna, congiungersi ai vertici e formare una grande “croce greca” nel cielo sovrastante il Vaticano. L' 8 novembre 1954 tutti i giornali riportavano a grandi titoli che in Inghilterra erano apparsi nel cielo una cinquantina di “misteriosi oggetti” segnalati dal radar, che avevano composto formazioni a “U” ed a “Z”.
Da allora ad oggi ho veduto operare sull' Italia questi apparecchi per oltre sessanta volte !
E' evidente che chi possiede questa aviazione silenziosa, capace di fermarsi nel cielo e di volare a velocità inconcepibili, possiede il controllo militare della Terra.
Chi sono? Che cosa vogliono ?
Ho passato vent' anni svolgendo missioni consolari e diplomatiche in prossimità di basi Navali e Aeree come Biserta, Malta, Costanza, Rio, Singapore, Saigon, Hong-Kong, Manilla, ecc. Credo dunque di avere acquisito una certa esperienza come osservatore, in materia militare.
continua……


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.