Rispondi a: La Spiritualità è stata fraintesa …

Home Forum SPIRITO La Spiritualità è stata fraintesa … Rispondi a: La Spiritualità è stata fraintesa …

#319751
franco
franco
Partecipante

Il Dio in persona non esiste ma nemmeno si deve dare ragione agli atei i quali non credono a nulla.

Tutto il creato esiste per mezzo di una creazione, io lo chiamo Dio, Gesù Cristo lo ha chiamato il Padre, chi vuole può dare un altro nome ma la fonte è sempre la stessa. Il dio delle religioni non esiste, per il fatto che la creazione di tutto l’universo non è un individuo, è un’energia universale che io chiamo Dio, (dove spesso cito con quel nome nei miei scritti).

Questa energia universale ha una funzione che è quella di causa ed effetto, praticamente tutto quello che noi facciamo abbiamo poi un effetto. Faccio un piccolo esempio per capire meglio:

tutti coloro che uccidono saranno uccisi, tutti coloro che violentano saranno violentati, tutti coloro che giudicano saranno giudicati, tutti coloro che fanno del bene riceveranno il bene, un politico che non fa il giusto dovere ne pagherà le conseguenze. Ecc. ecc. Tutto ciò che facciamo poi a suo tempo ci ritorna indietro se non in questa vita ma nelle altre vite sicuramente. Per questo motivo è importante che controlliamo i nostri pensieri e che ci comportiamo nel modo migliore per evitare poi il male fatto agli altri che ci ritorna su di noi. È la legge di causa ed effetto e nessuno la può cambiare.

Il lavaggio del cervello lo ricevono tutti, per il fatto che tutti hanno un proprio ego e a secondo dell’ego creano un lavaggio del cervello, come del resto tutte le religioni insegnano per mezzo dell’ego tramite gli operatori della chiesa e pure questi fanno un lavaggio del cervello. Dai preti fino ad arrivare ai papi nessuno ha conosciuto e conosce la funzione della creazione che anche io lo chiamo Dio ma non è il dio della Bibbia dell’Antico testamento.

L’uomo può modificare geneticamente l’umanità ma quando l’essere individuale inizia a cercare la verità a suo tempo quella verità la troverà e si libererà da tutti gli ego, liberandosi dall’ego significa anche liberarsi dai condizionamenti.

Tutte le nostre vite hanno avuto uno scopo, però prima di arrivare alla perfezione la persona ha bisogno di vivere vite sempre differenti e ha bisogno anche di passare periodi oscuri, perché per arrivare alla perfezione siamo costretti a soffrire. La sofferenza non la dobbiamo cercare ma ci arriva quanto più ci stacchiamo dalla sorgente universale. Tutti siamo venuti da li e tutti prima o poi ci torneremo, e se non accettiamo questa vita possiamo benissimo connetterci con la sorgente universale, chi non si da da fare non può cambiare, tutto dipende da noi. Giudicare il passato o il presente facciamo altro che rafforzare il nostro ego e con più l’ego è rafforzato con più ci stacchiamo dalla sorgente universale ed essendo staccati si arriva a subire ciò che non ci va bene.

La chiesa va avanti ad insegnare da come sono stati indottrinati, sono costretti ad insegnare il quel modo altrimenti questi operatori della chiesa vengono espulsi.

Se a noi non ci interessano i loro insegnamenti possiamo benissimo seguire la nostra giusta strada.

La Bibbia dell’Antico Testamento e quella del Nuovo non sono da metterle in pratica, Gesù Cristo nei suoi ultimi tre anni ha dato le verità ma nemmeno i loro discepoli hanno compreso, quindi anche il Nuovo Testamento non è da tenere in considerazione, così pure i Vangeli, solo una minima parte rispecchia ciò che ha predicato Gesù Cristo, poi tutto il resto è arrivato dall’ego di chi ha scritto, per questo motivo è importantissimo controllare il nostro ego, l’ego come detto prima ci allontana dalla fonte universale (che io chiamo Dio). Tutti quanti abbiamo avuto bisogno dell’ego ed è servito per fare esperienze, ma quando una persona non ne può più di questa vita che la trova imperfetta allora può fare altro che lasciare tutti i condizionamenti e mettersi a controllare il proprio ego, allora col tempo le cose cambiano.

Se siamo in vita significa che un qualcosa ci ha dato la possibilità di vivere, io lo chiamo Dio ma non è il dio delle religioni.

Il peccato non esiste ma esiste la legge di causa ed effetto, e l’ho già spiegato in cosa consiste quella legge.

L’inferno non esiste ma esistono vite dure sia di qua e sia di la, ma a suo tempo quando la persona non ne può più ha la possibilità di cambiare.

Coloro che comandano le guerre e le chiamano guerra di pace, nelle vite seguenti tramite la legge di causa ed effetto dovranno subire quello che hanno fatto passare agli altri, ma non per questo noi dobbiamo augurargli una brutta sorte, il nostro compito è di fare il nostro giusto percorso e non giudicare nessuno.

Anche se la politica non fa il proprio dovere saranno cavoli loro, e coloro che subiscono hanno la possibilità di connettersi con il Cristo e certamente saranno aiutati. Gesù Cristo disse: bussate che vi sarà aperto, disse anche che per arrivare al Padre prima bisognava passare da lui.

Anche tutti gli operatori della chiesa prima di morire si ammalano, ciò significa che non sono connessi con l’energia universale, sommato significa che nessuno conosce la verità.

Le calamità naturali non esistono, è il nostro ego che crea tutto questo, coloro che manipolano la natura nel modo sbagliato hanno un ego a modo loro, modificano il clima. Così pure anche la massa della popolazione creano disagi per il fatto che questi sono disconnessi dall’energia universale ed il loro ego invece che creare il bene creano disfunzione. Ma quando una persona si stacca poco alla volta dal suo ego ed inizia a connettersi con l’energia divina (che io chiamo Dio), queste persone non saranno toccate da nessuna calamità o qualsiasi cosa che sia.