Rispondi a: I visitatori

Home Forum EXTRA TERRA I visitatori Rispondi a: I visitatori

#31997
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1292505709=Richard]
http://nemsisprojectresearch.blogspot.com/2010/12/alieni-dal-passato-gli-indizi.html
Alieni dal passato? Gli indizi

“La History Channel si è occupata di questo interessante enigma, realizzando questo video che raccoglie gli indizi che suggerirebbero la venuta di esseri extraterrestri nel nostro passato storico.
Saqqara, Egitto. Lì sorge la piramide più antica delle 97 note, nella Cttà dei Morti. Nel 1981 venne riportato alla luce un piccolo modellino in legno di quello che sembra un uccello con un papiro in cui è scritto: “Io voglio Volare”.
Tuttavia dagli studi successivi fatti al museo del Cairo, il modellino-uccello sembrerebbe essere un vero e proprio aeroplano… Da qui è nato il sospetto che gli antichi Egizi avesso scoperto le caratteristiche artificiali del volo. Alcuni test dell'uccello di Saqqara dimostrano che non si tratterebbe di un “uccello” ma di un avanzatissimo aliante, confermato anche da alcuni modelli informatici che ne testano i principi avionici. Per il suo lancio sarebbero state utilizzate delle catapulte. Da qui nasce il sospetto che a conferire agli antichi queste conoscenze, fossero appunto stati degli antichi astronauti, quelli che oggi chiamiamo “alieni” o “extraterrestri”.
Il viaggio in video di History Channel si snocciola dunque nell'analisi di prove che possano essere testimonianza di questo passato dimenticato dell'umanità. La prima parte del video affronta le prove esistenti della possibilità che gli antichi sapessero volare o conoscessero esseri capaci di farlo”..
[/quote1292505709]

ANTICHE NAVI VOLANTI

Il team di ricerca The Enterprise Mission dello scienziato di frontiera Richard Hoagland, su http://www.enterprisemission.com/tombsweb3.html , ha rilevato un altro interessante e relativamente nuovo sviluppo nella prova di una società tecnologica perduta. Tra gli altri punti, Hoagland ed altri discutono le recenti scoperte degli scienziati tedeschi dott. Algund Eeboom e Mr. Peter Belting. Dalle tombe Incas sono stati recuperati parecchi piccoli gingilli d’oro, datati migliaia di anni addietro. Questi gingilli raffigurano chiaramente strutture che appaiono innegabilmente come funzionanti aeroplani volanti, completi di quelle che sembrano essere torrette d’artiglieria su alcune delle ali. Guardate voi stessi:
http://www.stazioneceleste.it/immagini/wilcock_immag/CambioEra_2_02.jpg

Al fine di provare che questi modellini rappresentano aeroplani veri, Eeboom e Belting collaborarono insieme per progettare diagrammi schematici perfetti dei piccoli oggetti. Poi hanno espanso le proporzioni di questi modelli abbastanza da costruire modelli in scala funzionanti. E con loro grande sorpresa, hanno scoperto che semplicemente inserendo un elica sul davanti e stabilizzatori sulle ali, gli aerei non solo volavano ma erano anche capaci di eseguire complesse manovre aeronautiche tramite telecomando. Osservate il link qui sopra per maggiori dettagli e fotografie del loro prototipo in azione.

Hoagland ed altri, rivelarono anche il fatto ben più conosciuto che all’interno di tombe in Egitto sono stati ritrovati alianti a forma di uccello funzionanti. Dal momento che questi alianti possiedono anche notevoli similitudini con gli aeroplani funzionanti ed erano capaci di voli a lungo raggio quando lanciati, dobbiamo ritenere che gli antichi Egizi fossero a conoscenza di questa tecnologia. Con la prova vista ora nelle suddette tombe Incas, possiamo supporre che gli alianti-uccello fossero semplicemente modellini giocattolo per bambini di sistemi che fossero molto più di uso comune a quel tempo.

E così, se vediamo modelli di aeroplani funzionanti costruiti come piccole statuette d’oro e modelli di legno in due diverse culture separate dall’Atlantico, possiamo certamente presumere anche che in una certa epoca possa essere esistita una società tecnologica a larga-scala con aerei funzionanti a grandezza reale. È frustrante che non abbiamo scoperto nessun modello a grandezza reale. Tuttavia, dopo un ipotetico passaggio di tempo di 12.500 anni, ci dovremmo aspettare che qualsiasi struttura di questo tipo fatta di legno o metallo si sia deteriorata da tempo. La tradizione Atlantidea dalle letture di Edgar Cayce afferma che quasi l’intera concentrazione di quella società si trovava su un’isola dell’Atlantico che includeva l’attuale Cuba e le aree circostanti, e che si è inabissata sotto le acque dell’oceano, conosciuta come “Poseidonia”. E se i moderni giocattoli della nostra società fossero improvvisamente soggetti ad un immenso cataclisma e prontamente lasciati intoccati per 12.500, l’azione selvaggia delle onde di marea, dell’inabissamento della terra, ruggine, tornado, uragani innalzamento del livello dei mari, glaciazioni, disastri naturali e tutte le altre forme di crescita e decadenza molto probabilmente spazzerebbero via completamente tutti i resti di cose come case di legno, costruzioni vuote e grattacieli di vetro, e automobili, treni o aerei metallici.

Così, nonostante la loro apparenza di giocattoli, che un tempo potrebbero effettivamente essere stati giochi per bambini, queste piccole statuette d’oro potrebbero essere considerate oggetti molto sacri, alcuni degli unici frammenti rimasti di una cultura di “Dei” distrutta nei mari del Tempo. Questi preziosi modelli sono stati conservati e possibilmente copiati e ricopiati per migliaia di anni dalle sopravvissute culture “Atlantidee” degli Incas e degli Egiziani prima di essere sepolti nelle loro tombe. Potrebbero essere stati i simboli diretti di un perduto “tempo degli Dei” quando il genere umano aveva conquistato i cieli e poteva viaggiare in giro a volontà, con i doni di una tecnologia avanzata.
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_CambioEra_02.htm


http://beforeitsnews.com/story/282/979/Ancient_Mayan_Space_Vehicle_Reverse_Engineered.html

[youtube=480,385]7-C7XO-QH-s