Rispondi a: i due soli

Home Forum EXTRA TERRA i due soli Rispondi a: i due soli

#32261
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1297324107=kingofpop]
grazie rich anche se sto cercando di estrapolare la risposta alla mia domanda mediante quell articolo
[/quote1297324107]
dovresti indicarmi cos'hai letto sull'idea di universo piatto degli antichi

poi principalmente ti ho scritto che non devi confondere quello che si intende per “geometria” dell'universo e per forma dell'universo..
e in generale, è tutto in discussione ancora..

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20100925152116AAzQPbx

Comunque al momento io come forma dell'universo penso a questa

La forma dell’universo: un interrogativo ancora aperto.
http://www.leonardoscienze.it/joomla/classe-v-a/la-forma-dell-universo-un-interrogativo-ancora-aperto.html
“‘Forma’ non è esattamente la parola giusta in questo contesto. Possiamo vedere che forma ha un oggetto guardandolo dall’esterno a una certa distanza. L’oggetto è nello spazio di cui occupa una parte. La parola ‘forma’ è quindi un modo per descrivere la relazione tra una parte e il tutto, ma l’universo è il ‘tutto’ ed essendo noi al suo interno non possiamo guardarlo dall’esterno.”

———-
In molti modi il modello di Haramein continua dove lasciò Einstein e spiega Gravità ed Elettromagnetismo come funzioni della geometria dello spazio-tempo. In questo modello quelli che chiamiamo “buchi neri” sono in realtà caratteristica intrinseca dell'universo. Non sono le stelle collassanti che creano buchi neri, piuttosto è lo stesso spaziotempo che si curva verso l'infinito (volume zero), sempre. Questo sembra radicale, ma riflette lo scenario originale lasciato dalle equazioni di campo di Einstein: la presenza anche di solo una singolarità con curvatura infinita implica automaticamente che tutti gli altri punti dell'universo appartengano a questa curva estrema. Comunemente ancora si crede che l'informazione/energia sparisca per sempre catturata in questa curva infinita. Nessun meccanismo conosciuto la riporta fuori. Il modello olofrattografico HFU rivede questo con una topologia modificata dello spaziotempo che permette all'informazione di implodere ed espandersi dallo stato di singolarità. Invece che essere un biglietto di sola andata verso il nulla, i buchi neri divengono come oggetti irradianti oltre che implodenti. Questo è possibile con una piccola modifica alla struttura spaziotemporale di Einstein.
Nel modello HFU, la topologia universale dello spaziotempo (e quindi dei buchi neri) viene descritta come un doppio toroide rotante che si espande e contrae all'infinito..
Questa rotazione della struttura dello spaziotempo è la fonte meccanica dello spin a tutti i livelli, da atomi a pianeti, stelle, galassie ecc.. Gli oggetti ruotano perche lo spaziotempo stesso si curva. Curva verso la singolarita e questo movimento si avvicina alla velocita della luce generando enormi forze centrifughe che quindi creano espansione. Lo spazio che si espande infine viene superato dalla curvatura e si ricontrae verso il centro per ripetere il processo. Questo continuo ciclo produe gravita ed elettromagnetismo.
http://vacuumsingularity.wordpress.com/holofractographic-universe/

l'atomo è descrivibile come toroide http://www.commonsensescience.org/pdf/articles/atomic_structure.pdf
l'aura umana apparirebbe come toroidale http://auraumana.altervista.org/metodi.html
attorno ai buchi neri hanno visto un flusso di materiale che disegna un toroide http://www.universetoday.com/9749/doughnut-around-a-black-hole/
il campo magnetico planetario è toroidale
ecc..ecc..

l'Universo quindi potrebbe avere la stessa forma no? Lo stesso flusso di energia crea in ogni scala dimensionale.