Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

Home Forum EXTRA TERRA SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE… Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

#32648
Richard
Richard
Amministratore del forum

Si può intuire che il rilascio ultimo di energia dal nostro Sole venga da quelle che sono note come espulsioni di massa della corona. In questi casi, l’intero Sole rilascia un super-flash di energia da gran parte della sua superficie simultaneamente, che viaggia nello spazio come una bolla, tipo aureola, in espansione che può contenere fino a dieci miliardi di tonnellate di gas elettrificato [28]. In modo non sorprendente, il dott. Dmitriev spiega che con ogni anno che passa questi super-flash stanno in realtà viaggiando attraverso lo spazio veloci come non mai in precedenza! Questo accade per la stessa ragione per cui si nuota più velocemente nell’acqua che non nella melassa; lo spazio interplanetario è diventato un migliore conduttore. Questo ci mostra un’altra conseguenza dello spostamento della nostra eliosfera in un’area di maggiore densità di energia eterica.

Così il 6 Novembre 1997 c’è stato un’enorme espulsione di massa della corona stimata al tremendo livello X di 9,1 che le NASA etichetta, testualmente, come “severo”. Per 72 ore la Terra è stata caricata da protoni altamente energetici. I modelli convenzionali avevano predetto solo un evento severo per il 1997 quando invece ce ne furono tre, mostrando un incremento del 300%. E come mostra la figura 8.12, la severità di questo evento del Novembre 1997 è stata poi sbriciolata da eventi di intensità ancora maggiore fra l’Aprile e il Maggio del 1998.

Ancora più recentemente, dal 10 al 13 Maggio 2000, l’energia e la polvere che sgorgavano fuori dal Sole, noto come “Vento Solare”, si è bruscamente spento costringendo la NASA ad annunciare che questo è stato, parole testuali, “la più drastica e lunga diminuzione” mai osservata [25]. Questo ha creato enormi aurore sulla Terra e causato un gonfiamento del campo magnetico tra il 500% e il 600% della sua normale dimensione. Molti satelliti internazionali hanno confermato che questa è stata la singola espansione del campo magnetico terrestre più grande di cui siano mai stati testimoni. Il grafico sulla sinistra mostra il campo magnetico della Terra in uno stato più compresso ed energetico, laddove il grafico sulla destra mostra uno stato più rilassato che ha permesso l’espansione. L’estremità blu dello spettro mostra un grado maggiore di energia magnetica rispetto al rosso.

Poi, il 14 Luglio 2000, un massiccio brillamento solare investì direttamente la Terra. I protoni provenienti dal Sole ci arrivarono in soli 15 minuti, che la NASA ha indicato come una delle velocità più alte mai osservate [26]. La velocità della stessa luce pura è solamente meno del doppio di questa, a otto minuti di viaggio dal Sole alla Terra. Normalmente, non si pensa che i protoni energetici viaggino così vicino alla velocità osservabile della luce. Dopo questo brillamento, è stata rilasciata una espulsione di massa dalla corona che ha viaggiato a oltre il 200% più veloce di quanto si aspettino i modelli convenzionali. Un buon numero di satelliti ed equipaggiamenti sono stati o disabilitati o completamente spenti, compreso il giapponese “Advanced Satellite for Cosmology and Astrophysics”, che è stato così danneggiato che in realtà è stato lasciato cieco e barcollante nella sua orbita.

L’8 Novembre 2000, un massiccio brillamento è stato seguito subito da una espulsione di massa dalla corona che ha creato una delle più intense tempeste di radiazioni delle ultime decadi. L’onda d’urto ha colpito la Terra in sole 31 ore, arrivando il 10 Novembre, che è semplicemente due volte più velocemente di quanto si aspettassero gli scienziati della NASA. Come possiamo vedere nella figura 8.13, la velocità del vento solare è balzata da 600 fino a 1000 km/s mentre passava l’onda d’urto, e il totale dei protoni ad alta energia che sono stati misurati intorno alla Terra questa volta balzarono ad un livello che era abbondantemente centomila volte più grande del normale. I satelliti sia di SOHO sia di Stardust non erano stati costruiti per resistere ad un tale impatto, e furono resi ciechi dallo sbalzo nella radiazione, che li hanno resi incapaci di “osservare” le stelle che normalmente usano per orientarsi [27].

Nella seconda settimana di Febbraio 2001, il Sole era ancora piuttosto attivo, bombardando continuamente la Terra con particelle. Questa volta la NASA per prima ha riferito che i poli magnetici del Sole stavano attraversando il processo di inversione, come ci si aspetta normalmente al termine degli undici anni di ogni ciclo solare. Quando questa inversione è iniziata, l’energia che fluiva verso la Terra è immediatamente aumentata, causando un numero di terremoti molto seri di magnitudine molto grande. La gran parte degli scienziati convenzionali si rifiutano tutt’ora di fare dei collegamenti tanto ovvi.

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_08.htm

https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.313
OTC: Nel nostro sistema solare, il fattore temporale sarebbe coinvolto, si. Valutiamo il tempo sulla velocità della luce e in certi sistemi, se superiamo la velocità della luce, sicuramente il tempo rallenterebbe.

Ben: Il vostro mezzo può superare la velocità della luce?

OTC: Non diciamo questo, ho detto in altri sistemi.

Ben: Pensavo che nulla potesse farlo, pensavo fosse un fattore costante, uno dei fattori di Einstein.

OTC: Possibilmente nel nostro sistema, ma non necessariamente vero in altri sistemi.

Ben: Tutto ciò che si avvicina alla velocità della luce diviene pura energia.

OTC: Pura energia, ma in altri sistemi può essere diverso.

———

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4432

Studi in Russia

Alcuni scienziati Russi ( ) dicono che gli stessi cambiamenti avvengono ora nel nostro sistema solare e nei pianeti, come quelli avvenuti con l'estinzione dei dinosauri, un tempo che ha marcato un gigante cambiamento nel clima della Terra e negli schemi metereologici e forse in cui è avvenuta una inversione dei poli. Il nostro pianeta non inverte i poli magnetici da 780.000 anni.
Scienziati dell''Accademia Nazionale Russa delle Scienze in Siberia, sono arrivati alla conclusione che ci siamo mossi in una area dello spazio differente, con un livello maggiore di energia. I Russi stanno riportando cambiamenti registrati nello spazio e mai visti prima. I Russi hanno osservato l'estremità dell'eliosfera e hanno osservato energia di plasma luminescente.

L'Accademia Nazionale Russa delle Scienze non ci da una linea temporale, ma il cambiamento è dell'ordine di 1000 volte di aumento rispetto a quello che si sapeva e che era accettato. I Russi dicono che questo cambiamento nel Sole sta cambiando il modo di funzionare dei pianeti e il tipo di vita che possono supportare. Riportano persino, ma non spiegano, che si sta alterando la spirale del DNA.
Sentono che una continua espansione della eliosfera ci porterà in un nuovo livello di energia, che probabilmente ci sarà una improvvisa espansione delle lunghezze d'onda armoniche che il Sole emette nell'emanare energia e che questo aumento di emissione energetica cambierà la natura di base di tutta la materia nel Sistema Solare.

:ummmmm: :ummmmm: ?!