Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

Home Forum EXTRA TERRA SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE… Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

#32670
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1316969255=giusparsifal]
Nonostante sia rimasto colpito dalla notizia, probabilmente per ignoranza non capisco tutto questo clamore.
Dico così perchè già l'esperimento di Aspect (oltre a suggerire l'ipotesi della non-località) aveva mostrato questa possibilità.
E già da allora si parla della violazione delle leggi di Einstein…
[/quote1316969255]
(oltre a suggerire l'ipotesi della non-località)

La Forza è stata descritta nei film come un “campo di energia” che permea l’universo, presente in tutti suoi elementi, dagli esseri viventi agli alberi alle pietre

Un conto è ipotizzare
un conto è capire e dimostrare
e farne una verità comune

il punto è capire: come mai quei neutrini hanno superato la velocità della luce in modo significativo?

Viviamo in un universo armonico, costruito su una fondamenta unificata e invisibile di coscienza, energia d'amore, conosciuta come “zero point energy” o “etere”
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3817

http://www.altrogiornale.org/news.php?item.7074

————–
http://www.altrogiornale.org/download.php?list.19
Un altro dei postulati più confusi di Einstein, è che la massa continuerà ad aumentare man mano si
avvicina alla velocità della luce. Molte persone hanno sentito questo concetto, usato spesso per il
“debunking” sull'esistenza degli UFO; nel modello di Einstein raggiungerebbero una massa infinita
avvicinandosi alla velocità della luce.
Benchè avremo molto altro da dire su questo in capitoli futuri quando discuteremo il vero
significato della velocità della luce, per ora ci concentreremo sul concetto principale, l'idea per cui
quando un oggetto accelera nello spazio, la sua massa aumenta. Convenzionalmente, i nostri
scienziati non capiscono come o perchè questa avvenga, ma nel modello eterico è ovvio.
Quando muoviamo un oggetto attraverso lo “spazio”, lo muoviamo attraverso l'etere. Questo etere è una sostanza simile a un fluido che crea l'oggetto momento per momento. Quindi, se vediamo un
dato oggetto come una spugna, allora muovendolo attraverso il “fiume” di etere, assorbirà più
energia e la sua massa aumenterà.
Ora nel modello di Einstein, questo viene usualmente visto come un sistema a senso unico: un
oggetto si muove più rapidamente, la sua massa aumenta e quindi affronti le conseguenze di una
massa maggiore. Questo non significa necessariamente che la dimensione dell'oggetto
aumenterebbe, ma solo la sua densità.
Se la massa di un oggetto può espandersi in questo modo nel modello di Einstein, muovendosi più
rapidamente, allora la sua massa diminuirebbe rallentando, come un pallone che rilascia l'aria extra
messa in precedenza? Nessuno scienziato ha provato o escluso che questo sarebbe vero, ma porta ad una domanda interessante; se il modello eterico è corretto, allora:
La massa di un oggetto è una misurazione che può cambiare, a seconda del come si muove
attraverso l'etere

Questo può non sembrare possibile inizialmente, ma può essere visualizzato facilmente con l'idea
che atomi e molecole sono composti da campi elettromagnetici che possono assorbire e rilasciare la
“pressione” del fluido di energia eterica. In uno stato naturale di riposo, ogni oggetto
raggiungerebbe un bilanciamento tra la pressione interna ad esso e quella esterna, in quanto
l'energia fluirebbe continuamente dentro e fuori.
……….

13.3.1 VELOCITA' DELLA LUCE
Quando le frequenze della luce o le lunghezze d'onda viaggiano attraverso lo spazio, si muovono a
quella che molti credono essere velocità costante, citata come circa 186.000 miglia per secondo.
Questa osservazione però non tiene conto della conduzione della luce in un medium eterico ad una
data velocità.
Molti pensano che nulla nell'universo possa superare questa frequenza, quindi la velocità della luce
o “c” è il movimento più rapido o vibrazione che normalmente riconosciamo dalla nostra
prospettiva qua sulla Terra nella terza dimensione. Nuove fonti suggeriscono che “c” sia solo la
vibrazione più rapida in condizioni naturali nella terza dimensione.

Come pubblicato nel The New York Times del 2000, condizioni anormali in laboratorio, come in un
tubo con gas al cesio sotto grande pressione e illuminato dalla luce “lateralmente”, possono portare
la luce a viaggiare 300 volte più velocemente di “c”. Questo risultato è identico a quello degli
esperimenti di “interferometria con onde scalari” di Bearden.
Quindi se raggruppassimo tutte le possibili vibrazioni in un grafico, avremmo totale assenza di
movimento in fondo al grafico e la velocità della luce in cima. In questo modo la velocità della luce
definisce il limite delle vibrazioni nella nostra realtà.
Diversamente da quanto suggerito da Einstein, spostando un oggetto alla velocità della luce può non creare infinita densità nella materia; fonti come Ra categorizzerebbero la velocità della luce come il picco di vibrazioni in terza densità o dimensione.
Se ci muoviamo in un'area o “dominio” in cui l'etere si muove a velocità maggiore, allora la velocità della luce cambia e la materia si “sintonizza” in questo nuovo livello vibrazionale. Questo si
conforma con le osservazioni delle anomalie nei tornado e nei vortici, come modifiche nello spazio,
nel tempo e nella materia.
Le prime parole nel libro della Genesi nella Bibbia sono, “All'inizio Dio disse, “E luce sia” e ci fu la
luce”. Infine possiamo dimostrare che tutte le vibrazioni che creano il nostro universo sono
semplicemente forme diverse di questa unica energia conscia.
Senza vestire e vedere i brillanti rossi, blu, verdi, gialli, porpora e arancioni della Luce attorno a noi
ci neghiamo la vera conoscenza interiore e la gioia della nostra esistenza. Una vita senza colore è
infatti “grigia” e “debole”, “triste” e “nera”.

——————