Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

Home Forum EXTRA TERRA SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE… Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

#32675
Richard
Richard
Amministratore del forum

è bene che si sappia che la teoria della Relatività non prevede l'impossibilità per le particelle di viaggiare a velocità superiori a quella della luce, ma piuttosto l'impossibilità di oltrepassare la soglia della velocità della luce. In altre termini, le particelle che oggi conosciamo, e che viaggiano a velocità inferiori a quella della luce, note con il nome di bradioni, non potrebbero essere mai accelerate oltre quel limite, perché per raggiungere tale velocità, necessiterebbero di un'energia infinita. Ma così come la fisica prevede l'esistenza dei fotoni, particelle che viaggiano sempre e solamente alla velocità della luce, avendo massa a riposo nulla, allo stesso modo è fisicamente compatibile con la teoria della Relatività l'esistenza di ipotetiche particelle, chiamate tachioni, che viaggiano sempre a velocità superiori a quella della luce, non potendo mai varcare il muro di tale velocità questa volta dall'alto verso il basso.

Ciò che invece può costituire elemento di frizione è il confronto con risultati sperimentali già noti, alcuni dei quali in linea con quelli di CNGS, altri apparentemente inconciliabili. Un evento molto importante avvenuto nel febbraio del 1987, l’esplosione di una supernova nella vicina nebulosa di Magellano (circa 170.000 anni luce dalla Terra), aveva permesso agli astrofisici che avevano seguito l’evento con i loro strumenti, di determinare con estrema precisione la velocità dei neutrini prodotti la quale risultò comunque inferiore alla velocità della luce. Le misure del tempo di volo dei neutrini generati dalla supernova SN1987A furono sicuramente più precise di quelle dell’esperimento CNGS, tuttavia è anche bene precisare che si trattava di neutrini di natura diversa (elettronici e non muonici) e ad energia più bassa (circa mille volte meno energetici), elementi che comunque potrebbero rivelarsi non sufficienti per spiegare i recenti risultati.

http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/i-neutrini-e-la-velocita-della-luce-facciamo-il-punto.php

http://it.wikipedia.org/wiki/Tachione
Tachione

Vale la pena di osservare che nel quadro della Relatività ristretta subluminale, non sarebbe mai possibile scoprire un simile “etere”, il moto rispetto al quale però potrebbe essere rivelato misurando in ogni direzione la massima velocità (in quella particolare direzione) di un segnale superluminale osservabile. In tal senso i tachioni causali (o gli effetti non locali della meccanica quantistica) sono compatibili con la relatività ristretta in cui sia presente un “etere” sullo sfondo, infatti i due postulati della Relatività ristretta, rimangono ancora validi, poiché la forma delle leggi naturali in forma differenziale non viene toccata (rimanendo così covarianti), ma viene aggiunta di fatto una condizione al contorno.

Ginzberg trovò che era possibile invertire completamente queste equazioni senza violare alcuna regola scientifica. Questo significa che invece di diventare più grande, un oggetto avrebbe addirittura rilasciato energia verso l’etere nel momento in cui fosse stato spostato, provocando così la perdita graduale di tutte le sue caratteristiche profonde di massa gravitazionale, massa inerziale e polarità elettrica qualora avesse raggiunto la velocità della luce. Ginzberg presenta questi nuovi concetti nei seguenti termini: [grassetto nostro]

Le caratteristiche principali di queste nuove equazioni sono:
– Sia la massa gravitazionale che quella inerziale di una particella decrescono quando la sua velocità aumenta.
– La polarità elettrica di una particella decresce allo stesso modo quando la sua velocità aumenta…

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_02.htm

http://books.google.com/books?id=dXiE_embYrgC&pg=PA200&lpg=PA200&dq=Vladimir+Ginzburg++relativity+light&source=bl&ots=sU_gGmD1av&sig=xz4gu8MpNfaWr_ZoSG3xoz35eRk&hl=it&ei=sjuDTpDgNM3EtAbInu2ZDg&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&ved=0CB0Q6AEwAA#v=onepage&q&f=false
Prime elements of ordinary matter, dark matter & dark energy: beyond …
Di Vladimir B. Ginzburg,Tatyana V. Ginzburg