Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

Home Forum EXTRA TERRA SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE… Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

#32689
Richard
Richard
Amministratore del forum

è una conferma sperimentale che apre le porte a importanti indagini..

Violare questo limite significa mettere in discussione la struttura dello spazio-tempo a quattro dimensioni (tre spaziali e una temporale) e il principio di causalità, per il quale un effetto non può precedere la sua causa, anche se resterebbero comunque impossibili i viaggi nel tempo.
http://www.focus.it/scienza/superata-la-velocita-della-luce-201109222011_C12.aspx

Intanto la comunità dei fisici si affanna a rielaborare: i neutrini hanno trovato una scorciatoia in un'altra dimensione, insomma le dimensioni non sono solo quattro (le tre dello spazio più quella temporale).
http://notizie.virgilio.it/cronaca/il-cern-conferma-neutrini-superano-velocita-luce_156067.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Tachione#Causalit.C3.A0
La proprietà della causalità, un principio fondamentale della fisica delle particelle, pone un problema per l'esistenza fisica dei tachioni. Se un tachione esistesse e potesse interagire con la materia ordinaria, la causalità potrebbe essere violata: a grandi linee, non ci sarebbe più modo di distinguere la differenza tra il futuro e il passato lungo la linea degli eventi di una data quantità di materia ordinaria. Una particella potrebbe mandare energia o informazione nel suo passato, formando un cosiddetto loop causale. Questo porterebbe a paradossi logici come il paradosso del nonno, a meno che la teoria non sia impostata in modo da prevenirli. Attualmente una simile soluzione non è conosciuta: per esempio, il principio di auto consistenza di Novikov non è stato ottenuto all’interno di una teoria quantistica dei campi, ma deve essere imposto. Come minimo il principio di relatività speciale dovrebbe essere abbandonato. Secondo la teoria della relatività generale, è possibile costruire modelli dello spaziotempo in cui alcune particelle viaggino più veloci della luce relativamente ad un osservatore distante. Un esempio è la metrica di Alcubierre. Comunque, questi non sono tachioni come i precedenti, in quanto localmente non superano la velocità della luce.

http://www.altrogiornale.org/news.php?item.6383.9
INDAGINE DELLA METRICA DI UNO SPAZIO-TEMPO COMPLESSO PER DESCRIVERE LA PRECOGNIZIONE

In questo documento presentiamo un modello geometrico dello spazio-tempo, già largamente studiato nella letteratura tecnica della matematica e della fisica. La metrica octa-dimensionale è conosciuta come “spazio complesso Minkowski” e si è dimostrato compatibile con la nostra presente comprensione delle equazioni di Newton, Maxwell, Einstein e Schrödinger. Possiede anche l'interessante proprietà del permettere una connessione di distanza 0 tra punti nel complesso, che sembrano separati tra loro nell'osservazione ordinaria. Proponiamo un modello che descrive i principali elementi della parapsicologia sperimentale e allo stesso tempo è compatibile con la presente struttura della fisica moderna.

..Lo spazio metrico complesso include le tre reali dimensioni di spazio e l'usuale dimensione di tempo e include anche tre dimensioni immaginarie di spazio e una dimensione immaginaria di tempo.

——–
http://www.animacosmica.org/cosmo-divino/david-wilcock-la-scienza-delluno-capitolo-14-yoga-vedico-seth-e-cosmologia-multidimensionale-23/

..OTTO dimensioni: Questo viene mostrato in una versione della teoria delle “Superstringhe” e corrisponde perfettamente con l’idea che esista una Ottava di dimensioni. Inoltre, quasi tutte le fonti credibili di intelligenza superiore concordano sul punto che questo sia il vero numero di dimensioni nell’ universo. Anche le teorie di Tony Smith ci danno un universo di otto dimensioni con qualità geometriche, costruito con numeri a otto livelli conosciuti come “Octonions”.

Come possiamo vedere, la comunità scientifica ci presenta diverse opinioni contrastanti. Possiamo letteralmente scegliere quasi ogni numero per le dimensioni che vogliamo e quindi impachettarle con “evidenze scientifiche”. Per complicare ulteriormente, data la colossale difficoltà nel comprendere queste dimensioni superiori, (basate sui nostri modelli fallati dell’ energia universale), molti matematici concludono che tutte le dimensioni sopra la nostra devono essere compresse in un singolo punto della dimensione di un “quanto di Planck” o 10^-32 cm!

Quindi, quando i fisici cercano la possibile esistenza di dimensioni superiori alle nostre tre, si aspettano di vedere o una serie di relazioni ortogonali aggiuntive o curve ad “angolo retto” di 90°, che sono in qualche modo “lontane” dalla lunghezza, larghezza e altezza dello spazio che abbiamo ora e dentro un’area di spazio non scoperta e inosservabile!

Ancora, questo non è un concetto semplice da afferrare. La confusione si elimina quando vediamo queste “dimensioni” come differenti densità di energia eterica. Potete avere tutte le diverse densità nelle tre dimensioni dello spazio che conosciamo e l’ energia si comporterà (vibrazione) differentemente in ognuna di queste densità..