Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

Home Forum EXTRA TERRA SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE… Rispondi a: SUPERATA LA VELOCITA' DELLA LUCE…

#32718
ro
ro
Partecipante

Volevo postare una dettagliata spiegazione dell'esperimento Michelson. Ma per quanto abbia cercato di semplificare non sono stato in grado di produrre una cosa sensata e leggibile allo stesso tempo. Una bella passeggiata sulla neve mi ha permesso di riflettere. La consapevolezza è una faccenda personale, ci si arriva per gradi e sempre da soli con se stessi. Chi è già consapevole dei fenomeni di aberrazione della luce o dell'effetto Doppler “sa” dell'esistenza di uno spazio fluido in movimento a falde concentriche attorno alla Terra. L'esperimento Michelson dimostrò solo che non esisteva un etere “statico” in mezzo al quale si muovessero i corpi celesti. Al contrario invece, lo stesso esperimento dimostra l'esistenza di un etere mobile che trascina con se i corpi immersi in un moto vorticoso.
Siamo inevitabilmente portati ad antropomorfizzare la realtà , cioè scegliamo senza rendercene conto parametri sensoriali per definire ogni cosa. Ma la luce, i colori, i suoni sono tutte sensazioni, la realtà fisica è riconducibile a fenomeni di moto, a vibrazioni della materia. Persino la pressione, la forza ed il calore non sono che interpretazioni sensoriali proprie e specie-specifiche. Tanto è vero che al di fuori di un certo intervallo i nostri recettori non reagiscono e per noi la vibrazione non si traduce in alcuna percezione reale. Oggi diamo per scontato di poter “vedere” con l'ausilio di ultrasuoni o di scaldare i cibi con micro-onde ma pochi sono consapevoli di come questo avvenga.
La legge di gravitazione universale, esprime termini sensoriali. La forza è un concetto sensoriale, di derivazione prettamente umana. Non è una realtà fisica. Nella realtà fisica non esiste l'elettricità ma soltanto le accelerazioni di masse materiali corrispondenti.
Noi percepiamo un impulso di moto sotto forma di forza, pressione, magnetismo , elettricità o di calore o di luce o di suono, sapore, odore a seconda dell'organo recettoriale che entra in risonanza con esso. Se questi organi recettori non reagiscono, per noi non esiste. Come possiamo parlare di forze (sensazioni) attrattive a distanza ? In realtà esistono soltanto accelerazioni di masse, da noi percepite talvolta come forze, altre volte non percepite affatto. Le nostre sensazioni non sono una realtà fisica , ma una sua interpretazione. L'energia stessa non esiste se non come nostra astrazione sensoriale, la percezione dell'inerzia, ovvero della resistenza al moto, esercitata sui nostri organi recettoriali.
Per essere realmente consapevoli della realtà fisica , del cosmo come della sedia su cui sediamo e dell'atomo, per capire che tutte queste realtà sono una cosa sola, con le stesse dinamiche e le stesse leggi, dobbiamo ragionare in termini non antropomorfi, dobbiamo aprire il nostro orizzonte speculativo, coraggiosamente e serenamente.