Rispondi a: Gesù è stato assassinato sul palo, o croce?

Home Forum TEOLOGIA Gesù è stato assassinato sul palo, o croce? Rispondi a: Gesù è stato assassinato sul palo, o croce?

#33485

dolbyjeck
Partecipante

tgeist: Il Mondo è un Palcoscenico

clicca per raggiungere il video su Google Video
Ieri ero talmente trafelato a cercare di “difendere” il mio server che non ho avuto nemmeno tempo di commentare questo film. Era da un pò di mesi che mi succedeva di trovare addirittura dei singoli files cancellati completamente, come se l’intruso volesse farmi capire che era in grado di farlo, e sabato ho trovato il motore del sito totalmente smontato. Non è servito nemmeno cambiare la password ogni 3 giorni. Ad ogni modo, i back up esistono per questo no? Per cui resistiamo.

Dunque Zeitgeist il film. Qualcuno potrebbe prenderlo di traverso per il discorso circa il Cristianesimo, poiché vengono letteralmente mostrati dozzine e dozzine di “Salvatori” attraverso documenti storici riguardanti centinaia di culture etniche diverse, tutte sparse in giro per il globo che, guardacaso, sono tutti nati il 25 Dicembre da una vergine, che a 12 anni insegnavano, che a 30 facevano miracoli e avevano 12 apostoli, morirono tutti crocifissi traditi da uno di questi, dopodiché dopo 3 giorni resuscitarono.

Il messaggio che deve arrivare non è quello del andare CONTRO il Cristianesimo anche se, di fatto, La Chiesa Cristiana non è Cristiana, ma una parodia delle credenze Egizie, Sumere e Babilonesi. Ben altre forze sono celate al suo interno. In questo film, son si vuole andare contro nessuno, ma soprattutto non si vuole offendere nessuno. Sono semplicemente informazioni. Si espongono dei fatti. Se scegliamo la nostra fede in mezzo a centinaia, è anche proprio in base ai fatti no? Sì certo, potrebbe anche essere che la nostra vocazione ci diriga verso una di esse in particolare, ma sono anche i fatti a determinare le nostre scelte. Se ciò non fosse, come farebbe uno a scegliere i Raeliani invece del Cristianesimo? E’ una scelta basata dal CREDO, e cioé da UN PARAMETRO di quello schema che abbiamo nel nostro modo di pensare che ci indirizza verso le cose che ci assomigliano di più. Se la figura archetipica del Salvatore rientra nei nostri parametri, sarà più difficile che sceglieremo Rael a rappresentare la nostra fede, e viceversa. Insomma ogniuno si scelga il salvatore che vuole purché tenga a mente che non esiste alcun salvatore esterno, ma solo interno.

Non confondiamo il Messia con il Cristo insomma, sono due cose ben diverse. E’ nel Cristo la risposta, non nell’involucro che trasporta la sua conoscenza. La Chiesa Cattolica ha voluto invece, come tutti i sistemi di controllo mentale ben rodati, accomunare le due cose. Ci sono molte persone che tutt’oggi credono che CRISTO sia il cognome di GESU’. L’essere “cristico” è uno stato dell’essere. Lo stato “cristico” è indipendente dal salvatore. Tutti possiamo raggiungerlo, ma è un lavoro enorme su sé stessi, effettuato al nostro interno. Il “salvatore”, ripeto, è dentro di noi, non fuori di noi.

Personalmente, ho sempre preferito la visione di questi fenomeni da “estraneo”, studiandoli e osservandoli da lontano, mettendo di tanto in tanto un piede all’interno del loro raggio d’influenza. La “centratura”, uno dei parametri che ci possono dirigere nello stato “cristico”, è proprio questa. Assaggiare senza divorare. E’ così che si riesce a vedere l’intero fenomeno nel suo insieme, e non solo una porzione di esso, che di fatto è ciò che ci frega: NON AVERE TUTTE LE INFORMAZIONI! Se si vuole conoscere in profondità ciò che intendete come “il bene”, dovete conoscere anche un pò del “male”. Il dolce senza l’amaro non è poi così dolce.

Non lasciatevi trasportare dall’essere “in favore” di o “contro” qualche cosa, questo è ciò che vogliono i cospirazionisti e i vaticanensi, e devo dire che stanno facendo un ottimo lavoro. Ma siate l’amore, non quello terreno ma quello unificante. Siate la compassione, il maestro, il salvatore, il buono ed il cattivo, il forte e il debole… Astuti come serpenti e docili come agnelli, ma soprattutto…

“Siate il cambiamento che volete vedere nel mondo…” – Ghandi

http://www.automiribelli.org/?p=113#comments

http://www.Menphis75.com