Rispondi a: Se dio non c'è allora tutto è permesso?

Home Forum TEOLOGIA Se dio non c'è allora tutto è permesso? Rispondi a: Se dio non c'è allora tutto è permesso?

#33778
Richard
Richard
Amministratore del forum

Ragazzi esiste una dimensione parallela, dimensione di cui parla anche hoagland scientificamente e che stiamo studiando tramite la fisica quantistica, le tecnologie free energy e fenomeni come la fusione fredda, non parlo di misticismo religioso moderno, parliamo di unione tra scienza e spirito,perche che ci crediamo o meno, che lo vogliamo o no, la materia è illusione e lo spirito è la realtà.
Questo non significa andare in giro col rosario in mano.
Parliamo di conoscenzap profonda dell'universo, come lo chiamiamo.

Chiamatelo Dio o come volete, ma non possiamo farne a meno, perchè tutto è Spirito in realtà, tutto fa parte di Dio.

L'energia che fluisce da questa dimensione è utilizzabile anche praticamente come mostra verso la fine di questo documentario uno scienziato giapponese, ci fa andare un dispositivo meccanico

http://video.google.it/videoplay?docid=-7365305906535911834&q=zero+point&ei=m_xoSNOsNZOU2ALRob2rCg&hl=it

che lo vogliamo o meno ci stiamo sbattendo di nuovo la faccia, per parlare di queste cose non è indispensabile andare in trance mistica…in realtà parliamo anche di scienza, di come funziona davvero la natura e di come dovremmo vivere noi tutti.

Loro la chiamano Ki o Chi, in India si chiama Prana, qua la chiamiamo energia oscura ecc…

Un'entità che perde il contatto con Dio ovvero col Tutto, si sente separata, è convinta che esista separazione e agisce di conseguenza in modo distruttivo e fregandosene se non di sè, in realtà dovrà crescere per forza, tutto evolve nell'Universo…quindi non è affatto tutto lecito, tutto ciò che facciamo per gli altri o contro gli altri, che in realtà sono parte di noi, rimane scritto dentro di noi e abbassa o alza la nostra vibrazione, perchè tutto è energia.
Questo comporta delle conseguenze.

La differenza di vibrazione causa una selezione.

Il bene e il male per come li concepiamo, non esistono, sono due forze che si stimolano a vicenda, perlomeno nella “classe” in cui ci troviamo e questi stimoli servono per evolvere e imparare e selezionare.
Alla fine la morte non esiste, esistono i livelli di evoluzione e rimangono scritti in noi, questo è ciò che penso si avvicini di più a quello che possiamo comprendere per ora.

Sirgusa parlava di morte seconda ovvero la perdita dell'individualità e la pena di dover ripartire da capo con l'evoluzione, per coloro che si macchiano di crimini enormi contro gli altri e quindi contro l'Universo, contro il progresso di evoluzione dell'Universo, di Dio.

Queste cose ce le spiegano in un modo che andava bene millenni fa, ora si potrebbero spiegare ben diversamente.

http://video.google.it/videoplay?docid=4292865417544295703&q=teodorani+mente+dio&ei=Fv9oSLusMpKw2QKj9MyxCQ&hl=it

In realtà usando le forze già presenti in natura, ma secondo natura (ad es.fusione) e non violentandola (ad es.fissione), vivremmo in un paradiso.
Nonostante si conoscano i sistemi per ottenere questo, finora sono stati soppressi e per controllare e schiacciare il prossimo, abbiamo questo mondo assurdo e ridicolo.

Cercando seriamente queste risposte, una persona le può trovare, ma chi non vuole accettarle, le ridicolizza e fa finta di non sapere.

Dio c'è ,ma non è come ce lo hanno raccontato.
Ciò che viene di bello viene da Dio, dalla Mente Universale, che controlla la natura, quello che viene di male viene dall'uomo, che è lasciato libero di decidere entro un certo tempo e limite, perchè esistono delle Leggi Universali.
Il discorso è complesso, ma a mio parere funziona così.

Il male o la malattia servono come lezione per migliorarci, non sono da vedere solo come cose inutili o negative e senza senso, è una ruota che gira…spesso impariamo molto di più così che con gli avvenimenti positivi, perchè anche questi bisogna saperli comprendere per apprendere, quando una persona è fortunata e ha veramente molto dalla vita, dovrebbe capire quanto è fortunata e agire di conseguenza…insomma non è facile per tutti recepire a pieno la vita, siamo qua per questo.

Lasciate perdere il casino che ha fatto l'uomo strumentalizzando la religione e la verità continuamente.