Rispondi a: La Reincarnazione

Home Forum TEOLOGIA La Reincarnazione Rispondi a: La Reincarnazione

#34050
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1218564162=Zret]
Ciao Windrunner,

in breve le cose dovrebbero stare così: la metempsicosi è il trasferimento di memorie, esperienze, vissuti etc. da una generazione all'altra, una sorta di eredità psichica generazionale.

La trasmigrazione dell'anima significa che, dopo la morte, l'anima passa in un altro stato, in cui non esistono più lo spazio-tempo, come lo conosciamo.

La reincarnazione significa che l'anima passa da un essere all'altro, come un liquido travasato in diversi recipienti. Questa dottrina, prevalentemente di origine spiritistica, trova qualche antecedente in Platone e Virgilio che, però, la intendevano in senso meno rozzo ed in maniera simbolica.

Inutile ricordare che, se la materia in sé non esiste (Richard potrà spiegare perché) non hanno molto senso né la reincarnazione né la resurrezione della carne.

Ciao!

🙂

[/quote1218564162]
Da quanto ho capito e per quel poco che so, il discorso non è poi cosi semplice, prima di tutto ci dobbiamo vedere come parte di un Tutto che si “individualizza” per evolvere.

Quello che non è corretto è l'idea della reincarnazione, come della precisa anima che passa in un corpo “materiale” in questa realta-dimensione , in un altro, in quanto lo Spirito da vita al corpo e l'Anima entra nello Spirito che la accoglie alla nascita e si manifesta nel corpo con i chackra (Questo insegnano i Veda se non erro)…ma non aggiungiamo carne al fuoco.

In realtà, alla morte del corpo, l'Anima (che è tutto quello che è stato e sarà l'entità come diceva Cayce in trance) torna alla fonte dove fa altra esperienza diversa e poi quando è il momento se necessario torna in questa dimensione.
L'Anima però non è sempre la stessa, ma può essere in parte quella di prima e in parte diversa, in parte può essersi mischiata ad un'altra entità-anima…perchè siamo parte del Tutto, è il Tutto che deve evolvere, dall'altra parte non esiste più l'illusione della divisione che abbiamo qua.

Anche Wilcock ha precisato che cercando risposta alla domanda che si è posto in merito al suo essere o meno la reincarnazione di Cayce, la risposta che ha avuto a livello psichico tramite il canale a cui sa accedere, è che lui è ciò che più in questa dimensione spazio-temporale si avvicina a quello che era Cayce, in parole semplici lo è, ma non come si pensa comunemente.

Non voglio che vi concentriate sul se sia o meno vero che lui è la reincarnazione di Cayce, ma su quella spiegazione della reincarnazione, che se non ho capito male è anche quella che dava Ighina, così per curiosita..
Ovvero esiste un sistema diciamo, per cui ci si “reincarna” (per quanto la carne non sia “materiale” come i nostri sensi ci indicano) con una indole che ci porti a fare esperienze diverse da quelle fatte nella “vita precedente”.

Zret, io sto cercando di capire queste cose dalle fonti che trovo migliori, ma preciso che non sono un esperto in questo, una cosa è sicura, la vita non finisce con la morte, nulla si crea e nulla si distrugge, tutto si trasforma.

Poi per quanto riguarda Rol, lui parlava ( e sperimentava) il contatto con gli Spiriti e definiva lo Spirito umano come Intelligente, anche se tutto ha uno Spirito ed è fatto di Spirito, anche i sassi e i mattoni delle vostre case.

Lo Spirito, mentre l'Anima andava alla Fonte, per Rol restava dove aveva espresso la sua Intelligenza in “vita” diciamo e rimane contattabile.