Rispondi a: Maestri e guide,…speranza o truffa?

Home Forum TEOLOGIA Maestri e guide,…speranza o truffa? Rispondi a: Maestri e guide,…speranza o truffa?

#34128

deg
Partecipante

[quote1219768486=windrunner2012]
Ciao Deg,
sono davvero ottime domande… provo a dirti cosa ne penso ok? Ok 🙂

Il buon percorso, l'ascoltarsi e sapere che diciamo a noi stessi ciò che è giusto, lo dobbiamo imparare strada facendo?
–> Credo proprio di si. In realtà la sola nostra intenzione mossa in quel punto ci porterà tanti risultati. Sono davvero anni che studio e ristudio, libri su libri, teorie su teorie… alla fine ti ritrovi un gran calderone dentro di te… ma in questo calderone di cose mi è anche entrato qualcosa, qualcosa che non posso cancellare… che tutto è ENERGIA.
Le tue parole, le mie sono energia… l'energia emette una vibrazione giusto? Giusto.
Ora io credo dentro di me che in fondo dobbiamo regolarci un po come se fossimo un diapason ossia se una determinata energia “risuona” dentro di me perchè contiene le mie stesse vibrazioni allora so che è per me.
ORA
Qui c'è un però… BISOGNA FARE MOLTA ATTENZIONE A CIO' CHE SI PENSA.
Se io porto con me vibrazioni basse allora vibrerò in tal senso a riterrò giuste per me in quel momento cose che in realtà non vibrano… come dire… in alto.
E' anche vero che fa parte del percorso… questo si… ma se poniamo l'accento sull'essere sempre come dire… in una posizione “positiva” (quindi inclusi i pensieri) ecco che quindi “attireremo” a noi ciò che di positivo esiste…
Spero che sia chiaro… ad ogni modo aperto alle domande !!! 😉

Come essere sicuri che stiamo sula strada giusta, seguendo una guida?
–> Non è semplice. Un po per i motivi che ho spiegato prima ed un po perchè non siamo più abituati a seguire la nostra “GUIDA INTUITIVA”. Proprio recentemente ho terminato di leggere un libro di KRIYANANDA sulla Guida intuitiva e lo consiglio eventualmente… E' importante secondo me re-imparare ad utilizzarla. Una tecnica veloce ma che si può approfondire è quella di mettersi in uno stato meditativo. Con gli occhi e con la mente guardiamo/ci concentriamo sul nostro terzo occhio (ossia il punto tra le due sopracciglia). Quando ci sentiamo pronti formuliamo la nostra domanda di guida. A questo punto attendiamo la risposta che può anche venire dopo un giorno o una settimana.
Ho trascritto la tecnica in soldoni ma sicuramente sarebbe utile approfondire 😉

Oppure dobbiamo, al contrario, tentare di toglierci di dosso tutti i condizionamenti precedenti, acquisiti lungo tutto l'arco di una vita?
–> Bene, qui toglierei un oppure… in realtà sarebbe un “IN AGGIUNTA DOBBIAMO”.
Eh si… tutti i condizionamenti non sono altro che BLOCCHI energetici che dobbiamo in qualche modo “sbloccare” per essere finalmente liberi. Una buona tecnica sui blocchi emotivi è l'EFT…
(Vorrei aggiungere una cosa… se prendiamo COSCIENZA che tutto il mondo che ci circonda è illusione allora prendiamo COSCIENZA che anche i condizionamenti lo sono….!)

Forse possediamo facoltà integre quando siamo piccolissimi e, piano piano ci fanno dimenticare tutto con il condizionamento?
–> Quando siamo piccoli non abbiamo nessun tipo di condizionamento ma lo strato di Maya è comunque presente. Questo però ci sta ad indicare che quando si è piccoli è molto più semplice poter accedere… come dire… alle “informazioni di là” proprio perchè liberi da schemi mentali…………………………

La parola, la scrittura soprattutto, mettono il bavaglio alla nostra mente, impediscono al nostro spririto di volare?
–> Secondo me dipende come si utilizza e cosa facciamo noi… in precedenza dissi che la CONOSCENZA è la base (secondo me) senza la quale non può esserci COSCIENZA.
Vorrei aggiungere a questo che Yogananda diceva che è inutile riempirsi la testa con “scoperte” di altre persone ed era solito dire che se leggiamo per un'ora dobbiamo scriverne per due, pensare per tre ore e meditare per tutto il tempo restante !
Questo secondo me era un buon invito si a ricercare leggendo…ma come minima parte in modo tale da poter fare la VERA ricerca che avviene SOLO DENTRO DI NOI…

A presto 🙂
[/quote1219768486]
Molto interessante Wind, soprattutto perchè io mi reputo una persona con scarso talento meditativo, e me ne dispiaccio un pò, avente invece una buona intuizione e buone qualità comunicative.
A proposito dell'”oppure”: infatti, rileggendomi ho capito che le mie proposizioni non si annullavano a vicenda e potevano benissimo essere considerate come parte di un tutto.
Ho capito che abbiamo le vibrazioni che ci meritiamo! :hehe:
L'aspetto morale fa di nuovo il suo ingresso teatrale! Scherzo, ho capito che l'intenzione positiva dovrebbe attirare energie positive, praticamente si vibra insieme, persone e cose.

Il pianeta stesso sta aumentando la sua frequenza e sta raggiugendo quella degli esseri umani in stato di veglia.
Ciò potrebbe significare che uniformeremo le nostre frequenze volenti o nolenti. Sta forse decidendo per noi un'entità superiore….

Quindi, come dico spesso, raggiunta un'unica frequenza, che sarà ovviamente quella dei “giusti” mentre gli altri saranno sempre di meno (si spera), chi c'è c'è, chi non c'è non c'è! :hihi:

Per quanto riguarda la parola e la scrittura, sono chiaramente d'accordo sul fatto che sono il veicolo per la conoscenza e quindi la coscienza, ma credo che si dovrebbe imparare a scrivere un pò più grandi, forse, in modo da non limitare da subito il pensiero con il codice della scrittura, correndo così il rischio di imbavagliarlo appunto. la scrittura organizza il pensiero, e ben venga, ma non sarebbe il caso di lasciarlo vagare per un pò? (Te lo dice una che sapeva leggere a tre anni!!!! 😀 )