Rispondi a: Concilio di Nicea

Home Forum TEOLOGIA Concilio di Nicea Rispondi a: Concilio di Nicea

#34261

xxo
Partecipante

Nicea…
Riporto una interessante visuale.
Fonte Gregg Braden.

Millesettecento anni fa sono andati perduti alcuni elementi chiave di una nostra antica eredità, poichè furono relegati all'interno dei gruppi sacerdotali e delle tradizioni esoteriche.
Nello sforzo di semplificare le molteplici tradizioni religiose e storiche del suo tempo, l'Imperatore Romano Costantino formò un concilio di storici e di studiosi.
Quello che più tardi avrebbe preso il nome di Concilio di Nicea rispettò le direttive della sua carta statuaria, proponendo che almeno venticinque documenti venissero modificati o rimossi dall'insieme dei testi.
Il Concilio ritenne che molte fra le opere sotto esame fossero rindondanti, piochè contenevano storie sovrapposte e parabole ripetute.
Altri manoscitti erano talmente astratti e a volte così mistici, da essere considerati privi di ogni valore pratico.
Anche una ventina di documenti di supporto furono rimossi e tenuti in serbo per ricercatori privilegiati e specialisti.
I restanti volumi furono condensati e ristrutturati, per dar loro maggior significato e per renderli più accessibili al lettore comune.

Ciascuna di queste decisioni contribuì a confondere ulteriormente il mistero che circonda lo scopo dell'umanità, le possibilità umane e le relazioni fra esseri umani.
Dopo aver realizzato le sue finalità, il concilio produsse un singolo documento datato 325 d.C.
Il risultato del lavoro svolto dal concilio resta ancora oggi uno dei testi sacri più controversi della storia: la Sacra Bibbia.

Millesettecento anni più tardi, le implicazioni delle azioni intraprese dal Concilio di Nicea continuano a dar forma alla politica, alle strutture sociali, alle conoscenze religiose e alla tecnologia umana.