Rispondi a: Lucifero, la ribellione, il frutto proibito e il cattolicesimo.

Home Forum TEOLOGIA Lucifero, la ribellione, il frutto proibito e il cattolicesimo. Rispondi a: Lucifero, la ribellione, il frutto proibito e il cattolicesimo.

#34264

sephir
Partecipante

ciao lucifero, prima di tutto complimenti per l'avatar 😉
A mio parere cio che dici è rispettabile ma non credo che sia la visione più giusta del dio che tu dici essere schiavizzante, ovvero non sono per la schiavitù, non sono cattolico (seppur battezzato) e non sono ateo (vi risparmio le altre milioni di credenze…) e non pretendo di sapere chi si celi dietro a due parabole e molte pagine scritte da antichi redattori di cui conosco ben poco.
Perciò prima di tutto bisognerebbe chiedersi qual'è la fonte che potrebbe descriverci dio?chi è?cos'è?è realmente quel che è stato scritto biblicamente?o dal corano?o nella torah?o si trova fra i sufi?forse i buddhisti hanno la soluzione…?o i taoisti?in africa se 200 anni fa avesi parlato di un dio contro cui o verso cui andare ti avrebbero dimostrato il concetto di relatività, che poi ognuno dovrà con calma e buona volontà sbrigliarsi da se…tu, lucifero, stai tentando di nuotare in questo mare, e hai deciso che non ti va un Dio così invadente e presuntuoso?chi non pensa questo fra noi?e secondo te chi fra noi crede che le parole dei papi e dei preti e l'esegesi politica e guerrafondaia sia stata la vera intermediazione fra noi e quel qualcosa che sentiamo esistere ma che ci rendono oscuro da vedere?

Qui su ag non facciamo altro credo, ed è per me meraviglioso, che cercare di rispondere alle domande che anche tu ti poni..ma una cosa mi piace qui dentro: c'è molta affinità nel non fregiarsi di un simbolo, o di un nome o di un “più bello di questo, migliore di quello”..
Credo di capire che trovi ingiusto sottoporsi ad un potere a cui già qualcuno ha pensato di opporsi: ma tu sai chi è il potere vero?sai chi il bene e qual'è il suo nome?e consoci il bene e il male la libertà e l'oppressione riesci a inquadrarli?
se pensi che il male si intende come mancanza di libertà, sarei d'accordo con te e mi sembrerebbe limitante pensare solo al fatto che c'è qualcosa che non va in questo dio così osannato dalla chiesa ma così assente per tutti noi.
é un po come prendersela con una nuvola appoggiandone un altra…le loro forme cambieranno con il vento e forse quel che ti interessava e che ti portava quest'ansia di liberazione non si trova in quelle nuvole.

Ho letto un bel libro, molto breve che parlava proprio di come lalibertà di pensiero quella vera passa per l'uccisione di dio e pure il suo capovolgimento…ma non si ferma li, non si ferma a questo che è la base incompleta di una strada lunga che credo ancora, non farà che avvicinarci ad una realtà senza nomi e senza avversari o anti dei o conoscenze errate e nascoste.
Credo che sia uno dei percorsi in assoluto più complessi.Penso che satana e lucifero che possono certo inquietare facciano parte delle forme verbali e simboliche che nei millenni si sono costruite per spiegare l'universo la materia l'uomo il prima e il dopo.
Dentro me non trovo in loro l'idea di opposizione al potere costituito, che non ne la labirazione dai dogmi imposti: chiunque lotti per il potere è qualcosa di molto diverso da un intelligenza sottile e universale, spirituale.
Qua su ag troverai tanti spunti spero e vedrai come si può credere in un dio senza che sia quello cattolico e senza perdere la libertà che solo uomini (o esseri non certo evoluti)possono toglierti.

ovviamente non ho la verità in tasca non l'avrò mai ma cerco solo di capire.
spero di averti dato una risposta capibilee non aver divagato troppo( non correggo neppure io perchè è molto tardi…anche io mi lascio prender dal flusso di pensiero!ah mente traditrice! :&D
ah benvenuto anche da parte mia su questo bellissimo forum(pasgal ti faccio pubblicità :kkk:) !
ciao