Rispondi a: I DIECI PUNTI FONDAMENTALI DELLA NUOVA RIVELAZIONE

Home Forum TEOLOGIA I DIECI PUNTI FONDAMENTALI DELLA NUOVA RIVELAZIONE Rispondi a: I DIECI PUNTI FONDAMENTALI DELLA NUOVA RIVELAZIONE

#34410

windrunner
Partecipante

Biografia di Jakob Lorber trovata su Wikipedia… davvero vorrei invitare a riflettere su questo…
Ad ogni modo… dovunque mi giri… si capisce che i tempi sono questi… ci siamo dentro in pieno ! 🙂

http://it.wikipedia.org/wiki/Jakob_Lorber
Biografia [modifica]

Vita in solitudine [modifica]

Una breve biografia scritta dal suo amico Karl Gottfried Ritter von Leitner indica che Lorber era una persona semplice [1]. Era nato a Kaniža, un piccolo villaggio della Slovenia (allora governato dall'Impero Austriaco) dove viene formato come insegnante da villaggio. Aveva talento musicale ed impara a suonare il violino, ricevendo lezioni dal violinista Paganini, ed arrivando a suonare in un concerto di violino alla Scala di Milano. Nel 1841, nello stesso anno in cui dichiara di cominciare a sentire la “voce interiore”, a Jakob Lorber venne offerto il ruolo di direttore musico (vice-capocoro ?) in un teatro di Trieste. Lui dichiaro' che la sua voce interiore, lo sollecitava a declinare l'offerta e ad intraprendere invece una vita di solitudine. Gli scritti di Lorber rivelano che la voce interiore che gli parlava in prima persona, si presentava come la voce di Gesù Cristo. [2]

Lorber aveva un atteggiamento aperto, franco ed amichevole riguaardo alle sue “trascrizioni”, ma nonostante questo si trovo' al centro di polemiche e piccoli intrighi destinati a provare che era un falso. Ad esempio la sposa di uno dei suoi amici era certa che Lorber avesse studiato il materiale che pretendeva di udire dalla voce interiore, ma non riusci mai a trovare i libri di scienza che lei supponeva nascosti e consultati segretamente da Lorber, ed infine riusci a scoprire che il suo unico materiale d'indagine bibliografico era una comune copia stampata della Bibbia. [3]

Venne osservato mentre trascriveva le sue alocuzioni interiori da uomini istruiti della citta austriaca di Graz, come il Dr. Justinus Kerner; dal Dr. Ch. F. Zimpel; dal sindaco di Graz, Anton Hüttenbrenner; da suo fratello, il compositore Anselm Hüttenbrenner; dal poeta e Secretario di Stato Karl Gottfried von Leitner; dal Dr. Anton Kammerhuber; da Leopold Cantily, farmacista di Graz, ed altri. Questi uomini l'osservarono mentre scriveva e verificarono la semplicita' della sua vita [4]. Leopold Engel era uno dei suoi seguaci.

Scritti visionari [modifica]

Jakob Lorber si dichiarava incapace di capire molte delle cose che suppostamente gli venivano dettate dalla voce interiore, che scriveva di oggetti scientifici oppure di concetti come l'atomo, le particelle elementari ed il tremendo potenziale energetico nella materia, molto prima che fossero state scoperte o semplicemente ipotizzate le varie forme di energia nucleare [5].

Scrisse di un'era della tecnologia nella quale l'uomo avrebbe inventato la comunicazione wireless, avrebbe volato sopra gli oceani e costruito vagoni in acciaio viaggianti a velocita' superiori a quelle delle frecce; ma anche delle conseguenze del bruciare vari tipi di combustibile fossile, dell' inquinamento, della deforestazione e del loro potenziale per causare una grande devastazione, che avrebbe provocato grandi tempeste e terremoti [6]. Scrisse di macchine di forma antropomorfa o simili a creature viventi che avrebbero eseguito compiti umani “e che allora molte mani sarebbero rimaste inoperose e che gli stomaci dei poveri e disoccupati sarebbero stati tormentati dalla fame”.

Il Sole e Saturno abitati da 'corpi spirituali' [modifica]

Inoltre Lorber afferma che corpi celesti come il Sole oppure Saturno sono abitati (da corpi “spirituali” piuttosto che materiali).

Seconda venuta di Gesù Cristo [modifica]

Ad esempio, mentre descrive la Seconda Venuta di Cristo, Lorber fornisce informazioni che alcuni lettori considerano una descrizione della Internet, della possibilita' di caricare e scaricare articoli e libri, oltre alla possibilita' di stamparli in milioni di copie:

Nell'occasione della Mia Seconda Venuta, Io non rinasceró di nuovo come un bambino nato dal ventre di una donna, dal momento che il Mio corpo rimane trasfigurato come uno spirito, nell'eternita', e per questa ragione, Io non avro' piu bisogno di un'altro corpo nella maniera da voi indicata. Comunque, prima Io dovro' arrivare invisibilmente nelle nubi del cielo, che vuol dire: Io prima mi avvicinero' all'umanita attraverso gli autentici veggenti, grazie a persone sagge ed a profeti risvegliati di nuovo. E in quei giorni anche alcune fanciulle profetizeranno, e giovani uomini avranno sogni di chiaroveggenza che annunceranno il Mio avvento. Molti gli ascolteranno e ammenderanno le loro errate vie, ma il mondo li chiamera' pazzi fanatici e non gli crederra', allo stesso modo che fecero con i profeti.

Inoltre, Io svegliero' di tempo in tempo alcune persone, alle quali Io dettero' attravverso il loro cuore, tutto quello che allora verra' detto, durante la Mia presenza qui, quello che succede e che viene discusso. Quello che viene scritto sara' moltiplicato, entro sole poche settimane e giorni, verra' moltiplicato in molte migliaia di copie identiche in quella ottima maniera molto ben conosciuta e disponibile a molte persone a quei tempi, che allora le renderanno accessibili in modo piu comodo a se stessi ed a tanti altri non tanto edotti. Allora le persone in quei giorni, quasi tutti quelli in grado di leggere e scrivere, saranno capaci di leggere e comprendere i nuovi libri. Questo nuovo modo di spargere i Miei insegnamenti, direttamente dal cielo, consegnati di nuovo ed incontaminati, rendera' possibile il raggiungere le persone di tutta la Terra molto piu velocemente ed efficacemente rispetto a quel che e' possibile adesso tramite i messenggeri inviati in Mio nome, che pronunciano le Mie parole per bocca. Quando in questo modo i Miei insegnamenti saranno consegnati alle persone di buona volonta' e di fede attiva, ed almeno un terzo dell'umanita sapra' di questa cosa, allora Io arrivero' personalmente qui ed altrove, e mi rendero' fisicamente visibile a quelli che piu' Mi amano, che da lungo tempo attendono il Mio ritorno e hanno una fede pienamente viva. [7]

Teologia, geologia, storia, libera scelta [modifica]

La prosa di Jakob Lorber e' stata descritta come commovente, ed ha indotto alcuni lettori a compararla agli scritti di altri mistici come Emanuel Swedenborg e Jakob Boehme. Il suo Grande Vangelo di Giovanni e una narrazione dettagliata in prima persona del ministero triennale di Gesù sulla Terra, di circa 2.000 pagine di lunghezza e si basa sulla stessa struttura del Vangelo di Giovanni, che viene descritto come un libro eterno, dal momento che persiste continuamente nell'Apostolo Giovanni, il desiderio di comprendere l'interpretazione più spirituale delle parabole di Gesù. Il libro più grande, conferma le dichiarazioni di Gesù sull'essere se stesso Dio, e gli rivela molti altri miracoli di un grado stupefacente e molto più grandioso rispetto a quello dei vangeli originali. Nel Grande Vangelo di Giovanni, il narratore, lo stesso Gesù, spiega essere il creatore dell'Universo materiale, Afferma di aver fatto questo per inspirare i suoi bambini che altrimenti non l'avrebbero potuto percepire nella sua forma primordiale dello spirito.

Evoluzione e geologia formulate in modo sostanzialmente corretto [modifica]

Fornisce accurate descrizioni degli eoni di tempo trascorsi nella creazione della Terra. Lorber la spiega in modo simile alla moderna teoria dell'Evoluzione, descrivendo tutta la lunghissima strada percorsa fino al punto, diverse migliaia di anni fa', quando Gesù mise Adamo sulla Terra, che a quei tempi conteneva soltanto creature umanoidi che non avevano libero arbitrio, dal momento che semplicemente erano i più intelligenti tra gli animali [8] Alcuni lettori hanno notato che Lorber scriveva queste cose molti anni prima che Charles Darwin publicasse la sua teoria sull'evoluzione nel 1859 (Darwin, oltre al grado accademico, si basava su dati oggettivi, su lievi e progressive divergenze di caratteristiche fisiche, osservate su popolazioni di uccelli delle Galapagos, in condizioni di grande isolamento evolutivo e grande deriva genetica rispetto al continente sudamericano).

Libero arbitrio: inferno e paradiso [modifica]

In questo modo inclusivo, il Grande Vangelo di Giovanni continuamente mette in risalto l'importanza del libero arbitrio. In questo modo, il paradiso e l'inferno sono presentati come condizioni gia' presenti al nostro interno, espresse in base al fatto di vivere in armonia oppure contrariamente all'ordine stabilito da Dio. Il Grande Vangelo di Giovanni dichiara anche che i vangeli di San Giovanni e San Matteo sono stati scritti proprio al tempo degli eventi che narrano; ad esempio, Lorber scrive che Gesù specificamente chiese a Matteo di prendere note durante il Sermone della Montagna. [9] Questo dato, preso in esame di prim'acchito, sembra essere contrario alla Teologia cristiana piu' ortodossa, che tipicamente colloca la redazione del vangelo di Matto alcuni anni dopo la risurrezione di Gesù Cristo e quello di Giovanni nel II secolo A.D. Comunque, nel Grande Vangelo di Giovanni il narratore spiega come possa essere sorta tutta questa confusione. Lorber dichiara che vi furono molti successivi redattori-elaboratori del Vangelo, includendo alcuni autori che si tramandavano il nome Matteo di padre in figlio, che hanno elaborato scritti simili in un periodo di molti anni.

Scomparsa del manoscritto originale [modifica]

Al giorno d'oggi, i manoscritti originali dall'autore sono scomparsi, e dunque non esiste alcuna evidenza che sia testimonianza della loro data di redazione. Secondo Lorber, Dio permise specificamente questa perdita, in modo di prevenire l'idolatria. Come spiegato nel capitolo 134 del primo libro del Grande Vangelo di Giovanni:

Saggiamente, gli originali sono stati rimossi, per la semplice ragione di evitare sul nascere qualsiasi pratica idolatrica con queste reliquie. Questo ancora accade, anche con reliquie false o che semplicemente (senza alcuna garanzia da parte della Chiesa), vengono assunte come oggetto di devozione, anche se il Mio autentico puro insegnamento lo proibisce con un dettame contro il lievito dei Farisei. Ora immaginiamo che si abbia una reliquia storicamente provata come vera. Io vi dico che sarebbe praticata un'idolatria peggiore rispetto a quella che si verifica nel Santo Sepolcro di Gerusalemme, dove, eccetto che per l'autenticità della località, neanche un granello di sabbia é autentico. Questa é la vera ragione per la quale gli originali sono stati rimossi. [10]

La traduzione delle opere di Lorber in italiano [modifica]

Dal 1924 al 1934, a Trieste lo studioso Salvatore Piacentini comincia a tradurre quasi tutta l’opera di Lorber, in un'italiano che attualmente risulta piuttosto arcaico. Dal 1970 vengono eseguite copie dattiloscritte che saranno fotocopiate, da allora molti termini in italiano arcaico oppure alcuni difficoltosi termini e passaggi in tedesco sono stati tradotti.

Nel 1995 il gruppo “Amici di Lorber” intraprende un'approfondita revisione della traduzione italiana a confronto dei testi originali tedeschi. Nel 1998 viene fondata l’Associazione Jakob Lorber, con 70 aderenti, che fonderanno nel 2000 “La Nuova Rivelazione”, casa editrice nata per diffondere gli scritti di Jakob Lorber.