Rispondi a: RELIGIONI A CONFRONTO

Home Forum TEOLOGIA RELIGIONI A CONFRONTO Rispondi a: RELIGIONI A CONFRONTO

#35063

Omega
Partecipante

Mi spieghi una cosa? Perchè quando si citano i testi biblici dove si nominano gli elohim mai si parla delle fonti da cui sono tratti?

Per due motivi; uno è che la Bibbia in teoria la dovrebbero conoscere tutti in Occidente quindi possono verificare immediatamente (di quanto viene affermato) tra le righe nei loro testi cosiddetti “sacri”, l'altro è che diversi popoli hanno ricevuto rivelazioni indipendenti e in tempi differenti. Ad esempio quella Bahai, Mormoni, Musulmana, Cristiana, Mosaica sono 5 rivelazioni indipendenti anche se contengono più o meno i stessi concetti di fondo, si tratta di educazione progressiva da parte dei nostri creatori – insegnamenti adattati di volta in volta all'epoca e al luogo dove hanno vissuto i grandi Profeti della storia.

Eppure le tavolette sumere parlano praticamente solo degli elohim,ed insieme ai testi vedici offrono un panorama completo della storia da qualche decina di migliaia di anni a questa parte.

Anche, ma non soltanto le tavolette sumere e testi vedici…

Ok,ma forse non mi sono spiegato.

Tutto il vecchio testamento (che sia aramaico,greco o che altro)è un riassuntino delle tavolette sumere dove si parla esplicitamente di elohim,e raccontano moltissimo di ciò che hanno fatto con l'uomo(genetica avanzata,schiavitù,liberazione,controllo e influenza tecnologica)e tra loro(guerre,misfatti,cooperazioni,ammutinamenti etc etc)

Sì lo so; eventualmente se vuoi riportare passaggi dalle tavolette Sumere che ti interessano particolarmente, in seguito potrei darti la mia “visione” o “interpretazione” sulle questioni specifiche…

Chi venera

Non bisogna venerare né adorare nessuno, solo amare e rispettare colui o coloro che ognuno di noi ritiene essere il nostro creatore oppure i nostri creatori – secondo me sarebbe il minimo da fare come riconoscenza, per aver ricevuto in dono la Vita.

questi elohim

I Raeliani non credono in quello che leggono nelle scritture, messaggi e rivelazioni degli Elohim come facevano i popoli “primitivi”, oggi abbiamo la Scienza (e la Coscienza) dunque la possibilità di Comprendere la Realtà, in parte razionalmente (creazione, telepatia, “miracoli” tecnologici” etc..) in parte tramite la Meditazione (l'armonizzazione con l'Infinito). Credere in una cosa senza verificare sarebbe esattamente come voler credere nelle favole, diventerebbe superstizione, non una scelta Consapevole fondata sull'Esperienza.

dovrebbe come minimo leggersi e rileggersi le cronache scritte sulla pietra.

Tutte le Mitologie Terrestri contengono tracce degli stessi avvenimenti, fin dall'inizio, dalla Notte dei Tempi; il migliore resoconto (la sintesi) secondo me è quello offerto dai Libri di Rael, dato che sarebbe il Profeta – Maitreya più recente e attuale, dunque non c'è più il pericolo di leggere testi deformati o manipolati dai copisti, traduttori, chiese e istituzioni legate al potere politico- militare. Quello che gli Elohim hanno spiegato nel 1973 e nel 1975 Rael ha capito benissimo, mentre quanto essi hanno descritto ai Profeti precedenti non è detto che questi l'hanno compreso correttamente ( in particolare i loro seguaci veri o falsi che siano ) perché le epoche pre-scientifiche non permettevano la comprensione (razionale) delle informazioni extraterrestri ricevute.

Peccato?
Non ho dei Pyriel.

E cmq non c'entra una pippa.

Nemmeno io ho Dèi, sono Ateo ( non credo in nessuna forma di divinità ). Forse Pyriel voleva dire che un insegnamento diventa totalmente inutile se non porta i Frutti spirituali ed un cambiamento profondo nell'Essere in connessione con la Sorgente Celeste – il che si verifica quando si crede e si accetta un insegnamento senza capirlo e metterlo in pratica. ^__^