Rispondi a: La Vera Vita Di Gesù

Home Forum TEOLOGIA La Vera Vita Di Gesù Rispondi a: La Vera Vita Di Gesù

#35577
Siberian Khatru
Siberian Khatru
Partecipante

uno sarà preso e l'altro lasciato
Qui secondo me parla che l'anima andra' nei cieli mentre il corpo rimane sulla terra .. Prima di questo dice 2 sono in un letto.. ma si riferisce sempre a un corpo e alla sua anima, sono parabole.
Yehoshua e' il nome di gesu' e ' yehoshua ben yosef significa Gesu figlio di giuseppe.

“uno sarà preso e l'altro lasciato” mi riporta sempre ai viaggi astrali e alla pietra filosofale e anche ai profeti come Mose' che libera gli schiavi e anche Gesu e' un salvatore quindi si parla di salvezza e di liberazione dal propio corpo mentre gli arconti vogliono che sei schiavo, sono parabole.Mose il salvato dalle acque e che poi separa le acque per la salvezza del popolo e anche Gesu' e' uscito dall'acqua nel battesimo e si aprono i cieli
Nel Vangelo secondo Marco Gesù si reca da Nazaret (in Galilea) sulle rive del Giordano, dove viene battezzato da Giovanni Battista. Uscendo dall'acqua, vede i cieli aprirsi
Vedi anche qui come i cattolici ne fanno del battesimo una cosa diversa ma perche' al sistema va bene cosi .. Krisnamurti diceva ogni cosa istuzionalizzata e' una cosa morta.. Aveva ragione e abbiamo una religione di stato alla quale non frega della verita' ma dei soldi. Se vuoi la verita' leggi e cerca e non credere neanche a me ma solo a te stesso.C'e un solo Dio e sei tu sei formato da corpo anima spirito e sei uno sei la trinita' . In alchimia bisogna trasformare il piombo in oro ovvero la nostra materia corrotta in spirito e verita'. Questo e' il processo che dobbiamo fare ricordiamo bene di una cosa. Cercate prima il regno dei cieli e tutto il resto vi sara' dato


« Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
Jean Baudrillard