Rispondi a: scoperto il testo originale del discorso di Mosè al popolo ebraico

Home Forum TEOLOGIA scoperto il testo originale del discorso di Mosè al popolo ebraico Rispondi a: scoperto il testo originale del discorso di Mosè al popolo ebraico

#35731
Richard
Richard
Amministratore del forum

47. I 10 COMANDAMENTI

RA: L'origine dei 10 comandamenti segue la legge di entità negative che hanno
impresso informazione su complessi mente/corpo/spirito orientati positivamente.

L'informazione ha tentato di copiare informazione positiva, mantenendo
caratteristiche negative. Questo è stato fatto dal gruppo di Orione. (B1, 152)
DOMANDA: Qual'era il loro proposito nel farlo?
RA: Il loro proposito è conquistare e schiavizzare. Questo viene fatto dallo
stabilire una elite e portare gli altri a servirla tramite vari dispositivi come le leggi
che avete menzionato. (B1, 152)
RA: Loro hanno creato una elite chiamata Sons of Levi. (B3, 67)
DOMANDA: Il recipiente dei comandamenti era orientato positivamente o
negativamente? (Mose)
RA: Il recipiente era di estrema positività. (B1, 152)
RA: Lui (Mose) ha dato al vostro popolo planetario la possibilità di un percorso
verso l'Uno Infinito Creatore che è completamente positivo. (B3, 67)
DOMANDA: Sarebbe molto difficile che una entità pienamente consapevole della
conoscenza della Legge dell'Uno dicesse, “Tu non”. Corretto?
RA: Questo è corretto. (B1, 152)
RA: Considerate l'esempio di un uomo che vede tutti i poker. Lui conosce il gioco.
Se non c'è rischio è un gioco da ragazzi. Nel tempo/spazio e nella densità di colore
reale verde, la mano di tutti è visibile all'occhio.
I pensieri, le sensazioni, i problemi, tutto questo può essere visto. Non c'è inganno
e desiderio di ingannare. Molto può essere fatto in armonia, ma
mente/corpo/spirito guadagna poca polarità dall'interazione.
In una vita le carte sono amore, antipatie, limitazione, infelicità, piacere, ecc..
Loro si presentano e ripresentano continuamente. Potete, durante questa
incarnazione, iniziare a conoscere le vostre carte. Potete iniziare a trovare l'amore
in voi.
Potete iniziare a bilanciare i vostri piaceri, le vostre limitazioni, ecc. Comunque la
vostra sola indicazione delle carte altrui è il guardare negli occhi. Potete non
ricordare la vostra mano, le loro mani, forse persino le regole del gioco. Questo
gioco può essere vinto solo da coloro che perdono le loro carte nell'influenza
dell'amore.
Può essere vinto solo da quelli che determinano i loro piaceri, le loro limitazioni,
sono tutte sul tavolo a faccia in sù, quindi dicono: “Tutti, tutti voi giocatori, ogni
altro sè, qualunque sia la vostra mano, io vi amo”.
Questo è il gioco: conoscere, accettare, perdonare, bilanciare e aprire il sè

nell'amore.
Questo non può essere fatto senza il perdono, per non portare peso nella vita della
totalità dell'essere mente/corpo/spirito. (B2, 133)
ADONAI
RA: Vi lasciamo nell'apprezzamento delle circostanze della grande illusione in cui
voi ora scegliete di giocare e di muovervi nel ritmo. Anche noi siamo giocatori su
un palco. Gli scenari cambiano. Gli atti finiscono. Le luci si accendono di nuovo.
Attraverso la grande illusione e il seguito e il seguito, c'è la maestà dell'Uno
Infinito Creatore. Tutto va bene. Nulla si perde. Andate avanti gioendo nell'amore
e nella luce e della pace dell'Uno Infinito Creatore. Io sono Ra. Adonai. (B5, 175)
https://www.altrogiornale.org/download.php?view.21

http://www.spiritofra.com/Ra-section%201.htm