Rispondi a: Riprodotta la Sacra Sindone

Home Forum TEOLOGIA Riprodotta la Sacra Sindone Rispondi a: Riprodotta la Sacra Sindone

#35745
Richard
Richard
Amministratore del forum

io vedo solo che una volta si sente una conclusione e l'altra si sente il contrario
l'immagine nella sindone risulta olografica?

“Nella sindone vi è un ologramma
Scritto da Nicolò Cinquemani
La radiazione che partendo dal Corpo avrebbe formato l’immagine, varia il suo livello d’intensità in ragione inversa della radice quadrata della distanza dal telo. Essa è proporzionale alla densità del tessuto corporeo da cui proviene ed è sensibile al suo colore, infatti il sangue scuro, i capelli scuri la intensificano. Alcune di queste caratteristiche fanno pensare alla parte dello spettro elettromagnetico costituita dall’infrarosso e dalle microonde.”
http://www.nicolocinquemani.it/index.php?option=com_content&task=view&id=127&Itemid=37

questo effetto e' stato riprodotto?

“L’emissione dei raggi laser infrarossi provenienti dalla superficie del Corpo di Gesù spiegherebbe l’immagine olografica tridimensionale presente nella Sindone.”

“Queste prove confermano che l’altezza dell’Uomo della Sindone era molto vicina a 187cm, infatti se la statura fosse stata minore di questo valore, il telo non si sarebbe staccato dal dorso del piede sinistro (Foto 30) dopo la rotazione del Capo e sarebbe comparsa l’immagine radiata a clessidra del dorso del piede rimasto aderente al tessuto. Se la statura fosse stata maggiore di 187cm non vi sarebbe stata la macchia di sangue di 13mm dovuta al contatto del telo sul foro nel piede sinistro (Foto 29).”

beh…per portarsi dietro la croce e dopo tutte le torture, doveva essere ben forte e robusto Gesu'..

http://it.wikipedia.org/wiki/Metodo_del_carbonio-14
Il caso mediaticamente più celebre di applicazione del metodo del 14C è stato la radiodatazione della Sindone di Torino eseguito in tre laboratori da un'equipe internazionale nel 1988.

Il risultato dell'esame, secondo il quale la Sindone risale al periodo compreso tra il 1260 e il 1390, è ritenuto affidabile dalla comunità scientifica[senza fonte] ma è stato contestato da diversi studiosi della reliquia, i quali avanzano diverse teorie: la Sindone, diversamente dalla maggioranza dei reperti archeologici, è stata lungamente esposta all'aria, custodita in condizioni ambientali diverse e in larga parte ignote, manipolata, sporcata e persino danneggiata in un incendio, tutte circostanze che avrebbero introdotto delle contaminazioni non quantificabili. Lo stesso Libby, inventore del metodo, anni prima che l'esame venisse eseguito, aveva avanzato forti perplessità sul fatto che il suo metodo potesse essere applicato alla Sindone.

Altri studiosi hanno poi avanzato ipotesi alternative per invalidare il risultato, tra le quali quella secondo cui il campione radiodatato sarebbe stato rammendato nel XVI secolo, e la “teoria della cospirazione” per la quale gli scienziati coinvolti nell'esame avrebbero sostituito i campioni.