Rispondi a: La Bibbia e i codici della Torah

Home Forum TEOLOGIA La Bibbia e i codici della Torah Rispondi a: La Bibbia e i codici della Torah

#35881

zret
Partecipante

Questo potrebbe spiegare perché la Bibbia pare contenere un codice.

Tutte le lingue umane condividono un segreto stranissimo: si tratta della legge di Zipf, così denominata dal nome del glottologo che la scoperse nel 1939. Zipf si accorse che esiste una relazione numerica invariabile tra la posizione di un vocabolo e la sua frequenza. A metà degli anni ’90 del XX secolo, i ricercatori dell’Università di Boston notarono che le zone non codificanti del D.N.A. rivelavano un perfetto diagramma lineare da legge di Zipf. Secondo il biologo Stanley, le sequenze non codificanti contengono un linguaggio strutturato fondamentalmente diverso dalla codificazione dei geni. Si deve perciò considerare la possibilità che il D.N.A. silente possa veicolare un vero e proprio messaggio linguistico. Se è così, chi lo scrisse e perché? Crick, scopritore della doppia elica, è assertore della teoria della panspermia: egli ritiene che la doppia elica fu introdotta nel nostro pianeta da una civiltà aliena tecnologicamente avanzata.