Rispondi a: Luogo Santissimo Per Il Santissimissimo Pyriel & Co.

Home Forum MISTERI Luogo Santissimo Per Il Santissimissimo Pyriel & Co. Rispondi a: Luogo Santissimo Per Il Santissimissimo Pyriel & Co.

#3602

windrunner
Partecipante

[quote1232365406=Renée]
[quote1231927375=windrunner]
Ciao,
io non sono ancora arrivato al Samadhi… quindi mi rendo conto che spesso le mie parole sono incomplete… ed è per questo che spesso mi rifaccio agli insegnamenti del mio Maestro, Yogananda. Ecco cosa diceva a riguardo del “discepolato” … spero sia utile in quanto ci sono le risposte alle tue domande:

ma Y. disse: “Quando uno ha trovato il suo guru, deve avere per lui una devozione incondizionata,
Ciao 🙂
[/quote1231927375]

ehehh …Ciao Altair… allora mi appresto arispondere a wind prima del gong :&o

Un Maestro che vuole la mia devozione ??

Ma se neanche Dio pretende tanto!?

Chi è costui?

[/quote1232365406]

Ciao Renee, leggo solo ora… e quindi ti rispondo 🙂
Non sempre semplice per noi occidentali capire il rapporto Guru/Discepolo… innanzitutto bisogna capire CHI è il Guru… insomma… non è certo il primo mago di Segrate che mi bussa alla porta con i capelli tutti cotonati e con belle parole… nooooo

Il Guru è colui che innanzitutto è in grado, attraverso metodi scientifici, di mettersi in comunione con Dio (Samadhi). A quel punto Egli decide in taluni casi di mettersi al servizio del prossimo. La volontà del Guru (dal momento che è in comunione con Dio) è in realtà la volontà stessa di Dio. Ecco dunque che avere devozione per il proprio Guru e seguirne gli insegnamenti equivale a seguire la strada che porta verso Dio.

E' un rapporto molto bello e stretto quello tra il Guru ed il discepolo:

“E' dovere del Guru e del discepolo essere leali l'uno verso l'altro; non solamente in una vita, ma per molte vite, se queste sono necessarie per raggiungere Dio. Coloro che sono l'uno per cento leali ad un Guru possono essere certi di ultimare la liberazione e l'ascensione. Uno può avere molti insegnanti, ma soltanto un Guru, che resta il suo Guru persino in molte vite differenti, fino a quando il discepolo raggiunge l'obiettivo finale dell'emancipazione in Dio. Dovete ricordare ciò, una volta che il rapporto si è stabilito.”

Paramahansa Yogananda

Ecco quanto diceva il mio Gurudeva a riguardo:

La differenza fra un guru e un insegnante
La relazione tra guru e discepolo definisce l’unico vero modo che ha l’anima vagabonda per tornare a Dio. All’inizio è saggio mettere a confronto molti sentieri spirituali e molti insegnanti, ma quando si è trovato il vero guru ed il vero insegnamento, allora la ricerca inquieta deve cessare. L’assetato non deve continuare a cercare pozzi, ma andare al pozzo migliore e bere ogni giorno il suo nettare. Questa è la ragione per la quale in India all’inizio si cercano molti sentieri sino a quando si trova il giusto sentiero ed il giusto maestro e gli si rimane leali oltre la morte e l’eternità, sino alla liberazione finale.

Si possono avere molti insegnanti all’inizio, ma solo un guru e nessun altro insegnante in seguito. Gli insegnanti chiamano studenti quelli che vanno ad imparare da loro, ma un guru chiama discepolo l’aspirante spirituale che va a lui. Gesù stesso disse: “Nessuno andrà al Padre se non attraverso me”. Questo significa che le anime umane sono per lo più figli di Dio che vagano lontano da Lui nelle lande desolate della sofferenza. Queste anime, sotto la sferza della sofferenza, hanno solo tenui barlumi della loro perduta patria di beatitudine spirituale. Esse cominciano a desiderare ardentemente Dio e nel loro intimo pregano per risolvere l’enigma della vita e finalmente, quando le preghiere di questi figli errabondi diventano abbastanza forti e profonde, Dio si muove a compassione e manda un aiuto. È allora che il Padre comune di tutta l’umanità invia sulla terra un uomo straordinario per aiutare le anime perdute che stanno cercando. Quest’uomo, destinato da Dio ad aiutare una persona in risposta ad una preghiera profonda, non è un normale insegnante, ma un guru ossia un veicolo del quale Dio stesso usa il corpo, i discorsi, la mente e la spiritualità per riportare le anime sperdute nella sua casa immortale.

All’inizio, quando il desiderio di conoscere la Verità è vago, si incontrano insegnanti di poco conto. Ma il guru (o precettore) è l’incarnazione delle verità contenute nelle scritture sacre ed è il mezzo di salvezza predisposto da Dio in risposta alle richieste di un devoto per liberarsi del tutto dalla schiavitù della materia. È molto difficile scegliere il sentiero giusto fra i tanti sentieri religiosi e le varie fedi. Molta gente, che vaga di chiesa in chiesa in cerca di un’ispirazione intellettuale, non trova mai Dio, perché l’ispirazione intellettuale è necessaria solo sino a quando si comincia a “bere” Dio. Per il resto, l’ispirazione intellettuale (quando dimentica di assaggiare Dio), è nociva all’autorealizzazione. È più facile seguire un uomo che vive, respira, parla (che vive la verità) piuttosto che mute scritture. Se un santo ha raggiunto il suo obiettivo, sia per la più breve strada dello yoga che attraverso il lungo sentiero della preghiera spirituale, egli sperimenta la vera autorealizzazione. Chiunque lo segue certamente raggiungerà l’obiettivo usando uno dei detti metodi. Invece di preghiere ordinarie, preghiere sentite, le uniche che provocano risposte dirette di Dio, vanno offerte in meditazione, intensamente, in continuazione per molte ore sino a quando arriva la risposta divina.

Di solito vi è un riconoscimento istantaneo tra guru e discepolo, ma alcune volte occorre un lungo periodo per riconoscere consapevolmente quella antica intima amicizia, o per risvegliare la perduta memoria di passate incarnazioni, a lungo sepolte sotto le ceneri dell’ignoranza.

by Swami Yogananda

Scrivo questo per rispondere ed è quello che credo. Ognuno è liberissimo di nuotare o galleggiare come più ritiene opportuno sul fiume della Vita.

Per rispondere a Renee… COSTUI è una delle più GRANDI ANIME esistite sulla Terra. Senza di lui il Kriya Yoga non sarebbe arrivato in Occidente. Con Lui molte Anime sono rimaste stabilmente nel Regno di Dio. Ecco Chi è Costui. Costui non Pretende Nulla da TE nè dagli altri ma SE TU lo Scegli quale Tuo Guru è TUO obbligo seguirne gli insegnamenti con fedeltà e lealtà verso COLUI che ti guiderà verso l'ultimo giorno.
Se non lo conosci o non lo hai ancora fatto ti consiglio (a livello puramente di conoscenza) di cliccare nella sezione dedicata che trovi qui a destra.

A presto