Rispondi a: La caduta di Cristo?

Home Forum TEOLOGIA La caduta di Cristo? Rispondi a: La caduta di Cristo?

#36172
Richard
Richard
Amministratore del forum

http://www.ilritornodigesu.it/

“Verso una nuova era

Immaginate che improvvisamente avvenga un cambio di rotta dove vi viene dimostrato che il Dio creatore e giudice del vostro operato in vita sia stata solamente un'abile creazione dell'uomo sin dai tempi più remoti, e che la verità sia invece che l'energia che muove i corpi di materia di tutti gli esseri viventi provenga dall'energia madre chiamata Dio e che lì ritornerà alla fine della vita corporale, escludendo qualsiasi giudizio post-mortem.

Quindi tutti consustanziali con Dio di cui si è parte integrante dopo la morte; l'uomo che creò Dio assurge ad esso, così come una piccola pallina di mercurio che viene inglobata da una più grande fondendosi con essa. Come cambierebbe il vostro approccio con la vita terrena? Si ribalterebbe inesorabilmente in concetto di vita e di morte, non piangendo più i nostri cari defunti e ci si libererebbe dalle ataviche paure che inevitabilmente ci attanagliano sempre più andando avanti nel percorso della nostra vita terrena forse accettando la morte corporale verso un passaggio alla vita vera o comunque migliore di questa.

Nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto di trasforma dimostrò Lavoisier; e se ciò valesse anche per l'energia che muove i nostri corpi di materia? La forza delle religioni si è fin qui forgiata su un aberrante presupposto: l'impossibilità di dimostrare l'inesistenza dell'inesistente. Almeno fin'ora, nel libro: quando l'uomo creò Dio senza sapere di esserlo, e nel libro3: è mai possibile che …, vi verrà dimostrata l'impostura e l'impossibilità dell'esistenza di un Dio creatore, analizzando da un punto di vista antropologico i motivi e le cause che portarono l'uomo ha concepire la sua esistenza.”