Rispondi a: La caduta di Cristo?

Home Forum TEOLOGIA La caduta di Cristo? Rispondi a: La caduta di Cristo?

#36183
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1276866579=giusparsifal]
Si ma alla fine chi elabora il tutto? Chi produce output?
[/quote1276866579]
dovreste studiare i link che ho suggerito per capire cosa intendo:
http://www.heartmath.org

https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.1894

Il sistema nervoso cardiaco, o cervello del cuore, è fatto di gangli complessi, contenenti un circuito locale ricevente (interneuroni) e trasmittente (neuroni simpatici e parasimpatici). I neuriti sensori multifunzionali, distribuiti nel cuore, sono sensibili a molti tipi di segnali originati dallo stesso cuore. I gangli cardiaci integrano messaggi dal cervello e da altri centri di processazione presenti nel corpo, con l' informazione ricevuta dai neuriti cardiaci. Quando l' informazione è stata processata dai neuroni del cuore, i segnali appropriati vengono mandati ai nodi senoatriali e atrioventricolari come ai muscoli del cuore. Sotto normali condizioni psicologiche, il sistema nervoso del cuore gioca un ruolo importante per gran parte della routine di controllo della funzione cardiaca, indipendentemente dal sistema nervoso centrale.”

“L' informazione parasimpatica che arriva al cervello viaggia dal cuore ad esso attraverso il nervo vago e verso la medulla. I nervi simpatici afferenti si connettono ai gangli cardiaci esterni (centro di processazione), quindi al ganglio dorsale principale e quindi al midollo spinale. Quando i segnali afferenti raggiungono la medulla, viaggiano alle aree subcorticali ( talamo, amigdala, ecc..) e quindi alle aree corticali.

Un altro componente del sistema di comunicazione del cervello cardiaco è stato rivelato dai ricercatori che hanno studiato il sistema ormonale. Il cuore è stato riclassificato come ghiandola endocrina e ormonale, quando nel 1983 è stato isolato un ormone prodotto e rilasciato dal cuore, il fattore natriuretico atriale (ANF). Questo ormone esercita ampiamente i suoi effetti: sui vasi sanguigni, sulle ghiandole surrenali, sui reni e su diverse regioni regolatorie nel cervello. Il Dr. Armour e i suoi studenti hanno scoperto che il cuore contiene un tipo di cellule dette cellule “cardiache adrenergiche intrinseche” (ICA). Queste cellule sono classificate come “adrenergiche” perchè sintetizzano e rilasciano catecolamine (norepinefrina e dopamina), neuritrasmettitori che si pensava fossero prodotti solo dai neuroni del cervello e dai gangli fuori dal cuore. ”

Quindi abbiamo studi reali che dimostrano quale interconnessione profonda ci sia tra il cuore, il cervello e il sistema nervoso.
Con altre fonti particolari come Cayce potremmo associare il “cervello nel cuore” con la conoscenza dell’attività subconscia.

“Nel cervello centrale (plesso solare) è collocata la conoscenza dell’attività subconscia nel corpo. 1800-15”

Quindi le sensazioni che ci arrivano “di cuore” non vanno ignorate per me ma ascoltate con la mente, in poche parole potremmo confermare che il cuore e la mente e i campi relativi comunichino e sia importante una loro armonia e non esclusione reciproca.
Potrei definirle una mente esteriorizzante e una interiorizzante forse.
L'output dovrebbe provenire da un equilibrio delle due percezioni.
Quando c'è disequilibrio e una schiaccia l'altra allora si distorce e si limita la propria percezione.
Per dirla semplicemente, penso che sia corretto e confermato che serve equilibrio tra “mente del cervello” e “mente del cuore” per una corretta percezione e azione…e non dico sia cosa facile.

I grandi errori che vediamo nel mondo sono per uno squilibrio o usiamo troppa mente schiacciando il cuore o viceversa esaltiamo il lato spirituale schiacciando quello pratico,”materiale”. Con la giusta saggezza possiamo metterli in equilibrio.