Rispondi a: Gli Apostoli non sono esistiti

Home Forum TEOLOGIA Gli Apostoli non sono esistiti Rispondi a: Gli Apostoli non sono esistiti

#36435
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Ieri sera ho letto l' articolo di Emilio Salsi e devo dire, oltre a complimentarnmi con lui, che sono assolutamente sbalordita.
Sapevo, per esempio dell' inesattezza storico-culturale del processo svoltosi, come riportano i vengeli, la settimana di Pasqua, e come si sa, era una festa molto rispettata per gli Ebrei. Semplicemente era impossibile che si svolgesse un processo.
Sapevo che dopo le “scoperte” di Colombo, tutti i codici dei Maya erano riportati dal Papa, il quale ha dato il compito a un matematico tedesco per riportare tutte le feste, Natale e Pasqua, ad un calendario che combaci con date che oggi conosciamo, che è così nato il calendario gregoriano.
Sapvevo di Origene che nel II secolo parlava della reincarnazione e poi gli è stato proibito….insomma stato dichiarato un eretico.

….ma che gli apstoli non sono mai esistiti…questa sì che è una notizia scioccante, per modo di dire.

Più che altro, se questo è vero, e non oso dubitare dato che non ho tutta questa conoscenza, ne di latino ne di greco e nemmeno di Storia, sapere che siamo stati ingannati così da più di 1700 anni a me sinceramente viene brivvido.

e poi ancora, aver scoperto [color=#ff0000]” Regola Ecclesiastica”[/color] del Concilio di Trento di Papa Giulio III dove dice:

[color=#ff0000]“Il sacrosanto concilio tridentino ecumenico e generale, seguendo l’esempio dei padri della vera fede, con uguale pietà accoglie e venera tutti i libri, sia dell’Antico che del Nuovo Testamento, essendo Dio autore di entrambi”… “darsi da fare, in tutti i modi e con tutte le forze, affinché a nessuno venga consentita, né oggi né in futuro, la lettura, anche solo frammentaria, del Vangelo”…..[/color]

Beh, secondo me ne vale la pena di indagare e ringrazio tutti, in primis Emilio Salsi e Pasquale che ci hanno dato questa opportunità. Con questo non voglio dire che ci credo ciecamente, ma mi fa pensare molto…


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.